Judo, saggio annuale

on 25 marzo 2014

judo_saggio_annuale“Judo vuol dire amicizia”, è lo slogan scelto dal locale sodalizio sportivo “Eisho club Palau” per il saggio annuale che si terrà il 5 aprile.


È programmato per il 5 aprile il saggio annuale dell’associazione sportiva Eisho club Palau. Appuntamento dalle 17 alle 18 nella palestra della scuola elementare di via Cavour. «Non si tratta del classico passaggio di cintura, che avverrà a giugno, ma di un momento di aggregazione e divertimento, nel quale i bimbi con brevi dimostrazioni daranno prova delle loro capacità tecniche», spiegano dal locale sodalizio sportivo.

Continua a leggere
antoninoJudo, saggio annuale

Paolo Angeli su Radio 2

on 24 marzo 2014

paoloangeliraiadio2Il musicista palaese domenica 23 marzo è stato ospite di RAI Radio 2: dai microfoni degli studi di Milano ha descritto la sua chitarra orchestra e la sua musica.


Dopo Mauro Pagani, che ha presentato in studio il remix del fantastico album Creuza de mä, inciso con Fabrizio de Andrè nel 1984, è la volta del chitarrista Paolo Angeli. Domenica 23 marzo, alle ore 17.00, il musicista gallurese è stato ospite di RAI Radio 2 per descrivere la sua chitarra orchestra, cinquanta minuti di racconti informali e musica live dai microfoni degli studi di Milano.

MU è la prima sillaba della parola “musica”, è un programma musicale, condotto da Matteo Bordone, che si occupa di tutto quello che è sonoro, acustico, musicale. È concepito come un posto in cui andare per sentirsi a casa e farsi spiegare delle cose, un po’ narrativo e un po’ wikipedia. Dentro ci sono curiosità, gusto per il racconto, piacere nel parlare dei suoni e delle parole attaccate ai suoni, ovviamente con un occhio di riguardo per il pop, ma con il desiderio di incrociare ogni elemento con altro.

MU è un posto dove il pubblico, gli ospiti e il conduttore condividono la voglia di capire e sentire la musica, e usarla per parlare di musica. In questo contesto Paolo Angeli ha svelato tutti i segreti della sua chitarra ed esemplificato come sono costruiti i brani del suo ultimo cd Sale Quanto Basta.

Continua a leggere
antoninoPaolo Angeli su Radio 2

Paolo Angeli su Radio 2

on 24 marzo 2014

paoloangeliraiadio2Il musicista palaese domenica 23 marzo è stato ospite di RAI Radio 2: dai microfoni degli studi di Milano ha descritto la sua chitarra orchestra e la sua musica.


Dopo Mauro Pagani, che ha presentato in studio il remix del fantastico album Creuza de mä, inciso con Fabrizio de Andrè nel 1984, è la volta del chitarrista Paolo Angeli. Domenica 23 marzo, alle ore 17.00, il musicista gallurese è stato ospite di RAI Radio 2 per descrivere la sua chitarra orchestra, cinquanta minuti di racconti informali e musica live dai microfoni degli studi di Milano.

MU è la prima sillaba della parola “musica”, è un programma musicale, condotto da Matteo Bordone, che si occupa di tutto quello che è sonoro, acustico, musicale. È concepito come un posto in cui andare per sentirsi a casa e farsi spiegare delle cose, un po’ narrativo e un po’ wikipedia. Dentro ci sono curiosità, gusto per il racconto, piacere nel parlare dei suoni e delle parole attaccate ai suoni, ovviamente con un occhio di riguardo per il pop, ma con il desiderio di incrociare ogni elemento con altro.

MU è un posto dove il pubblico, gli ospiti e il conduttore condividono la voglia di capire e sentire la musica, e usarla per parlare di musica. In questo contesto Paolo Angeli ha svelato tutti i segreti della sua chitarra ed esemplificato come sono costruiti i brani del suo ultimo cd Sale Quanto Basta.

Continua a leggere
antoninoPaolo Angeli su Radio 2

Educazione ambientale: parte il progetto “Delfini Guardiani”

on 24 marzo 2014

arcipelagoSaranno oltre 70 i giovanissimi di La Maddalena e Palau che parteciperanno all’innovativo percorso di educazione ambientale di Marevivo, il cui obiettivo è formare piccole eco sentinelle attive nella salvaguardia del proprio territorio.

La Maddalena: parte il progetto di educazione ambientale “Delfini Guardiani”

Dopo le isole del Giglio, Capri, Ischia, Ponza, Lampedusa e Linosa, si allarga anche alla Sardegna il network dei “delfini guardiani”: grazie al Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, saranno oltre 70 i giovanissimi de La Maddalena e di Palau che parteciperanno all’innovativo percorso di educazione ambientale di Marevivo, il cui obiettivo è formare piccole eco sentinelle attive nella salvaguardia del proprio territorio. Partirà, infatti, il prossimo 24 marzo il primo ciclo didattico “Delfini Guardiani”, organizzato dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena e ideato da Marevivo, dopo la sigla di una convenzione tra i due partner.

Il progetto, promosso dall’Ente Parco, vede l’adesione di quattro classi nelle scuole elementari di La Maddalena e Palau: due terze elementari dell’Istituto Comprensivo di via Carducci, una seconda elementare di Moneta e una quarta dell’Istituto comprensivo di Palau. Sotto la guida di esperti Marevivo, i futuri “Delfini Guardiani” de La Maddalena saranno impegnati in ricognizioni in spiaggia, attività di sea-watching, andranno a scuola dagli artigiani e dai pescatori locali, scopriranno i segreti racchiusi nelle rocce e nella flora mediterranea.

Al termine del percorso didattico, dopo aver esplorato fino in fondo il proprio territorio, i ragazzi riceveranno il distintivo di “guardiani dell’isola”, che darà loro il diritto di presentarsi, senza accompagnatori adulti, presso il proprio Comune o la Capitaneria di Porto per segnalare eventuali problemi di carattere ambientale. Il progetto “Delfini Guardiani” è suddiviso in due grandi finestre temporali: il primo ciclo, che parte lunedì finirà a giugno; il secondo riprenderà nel mese di ottobre per concludersi a fine anno scolastico 2015.

Nel corso delle attività, saranno coinvolte la Marina Militare, la Capitaneria di Porto e le associazioni sul territorio. “Negli ultimi anni l’esperienza dei “Delfini Guardiani” sta crescendo fino a creare un vero e proprio network per la tutela ambientale, perché solo una coscienza diffusa, che parta proprio dai più giovani, può provocare un cambiamento di rotta, indispensabile per proteggere un territorio tanto prezioso e fragile come le piccole isole del nostro Paese”, afferma Rosalba Giugni, presidente di Marevivo. “Il progetto Delfini Guardiani – spiega il presidente Bonanno – coinvolge da anni le scuole primarie e secondarie delle Isole minori della penisola.

È giunto il momento che anche l’Isola di La Maddalena aderisca a questo percorso didattico di portata nazionale. Far scoprire ai giovani studenti particolarità del proprio territorio rendendoli consapevoli dell’importanza della tutela ambientale è un percorso che va avviato sin dalla tenera età. Le attività svolte in gruppo mirano sostanzialmente alla crescita del singolo, per formarlo ad una coscienza civica che sia da esempio anche nei confronti degli adulti”.

Le attività
– “I segreti delle piante”: il primo incontro si terrà sulla spiaggia dei Due Mari, isola di Caprera. I bambini, accompagnati dagli educatori ambientali, seguiranno il sentiero dalla spiaggia fino a Stagnali. Riconoscere le piante caratteristiche, la fauna e il microcosmo acquatico della vegetazione: sono le “prove” che attendono i giovanissimi; in questo periodo dell’anno, infatti, si formano i ristagni acquatici, in cui si possono vedere gli “ospiti” della vegetazione.
– “La tutela del mare”: la Capitaneria e gli operatori della Guardia Costiera mostreranno agli alunni i metodi, i mezzi e le problematiche relative allo svolgimento della loro professione.
– “Navigare a vela”: a bordo delle barche a vela della Marina Militare per imparare i fondamenti della navigazione a vela, i nodi marinari, le carte nautiche, ma anche come si vive su una barca.
– “Le rocce raccontano e i mestieri del mare”: l’appuntamento è con le associazioni locali con la visita guidata al museo geo-mineralogico di Caprera, per conoscere le caratteristiche geomorfologiche del territorio, e al Museo del Mare per capire da vicino la cultura Marinaresca

Continua a leggere
antoninoEducazione ambientale: parte il progetto “Delfini Guardiani”

“La tenda di Dio tra gli uomini”

on 20 marzo 2014

 latendadidioInformazione istituzionale

“La tenda di Dio tra gli uomini”

È il titolo del libro di don Salvatore Matta, sarà presentato il 23 marzo, alle 17.30, nella chiesa di “Nostra Signora delle grazie”. Il sindaco Francesco Pala porterà il saluto dell’amministrazione comunale. Il sacerdote dedica la sua opera alla comunità locale, racchiude testimonianze e immagini di quasi mezzo secolo di vita. L’idea di identificare la parrocchia palaese come “la tenda di Dio” posta tra rocce, mare e deserto, nasce da un suo viaggio in Terra Santa.

La chiesa di via Nazionale viene descritta come “una tenda aperta a tutti, luogo di rifugio e conforto in cui la comunità celebra i misteri della fede, il culto del Dio della vita e della storia”. Nel libro di oltre 250 pagine si racconta la storia non solo spirituale del paese costiero, ma anche la sua trasformazione da villaggio e da stazione di passaggio. Il parroco compie un viaggio nei ricordi, particolarmente interessante il primo capitolo in cui descrive la Palau degli anni Cinquanta, le foto in bianco e nero pubblicate a corredo del racconto immortalano momenti che hanno segnato il suo arrivo in paese.

Come in un album di famiglia si sfogliano poi pagine di vita sacerdotale, don Salvatore ricorda percorsi formativi, gli amici del tempo, ma anche i sogni che ha visto materializzare, giorno dopo giorno: il contributo di artigiani, operai e artisti hanno reso la chiesa di “Nostra Signora delle Grazie” un luogo di culto suggestivo e accogliente. Dopo la presentazione ogni famiglia riceverà in dono il libro con la firma dell’autore.

Continua a leggere
antonino“La tenda di Dio tra gli uomini”