Teatro: “Viaggio invisibile” del palaese Aresu in onda su Radio 3

on 26 settembre 2013

centro_capraIl teatro sonoro, promosso dal Centro Capra e realizzato con il coinvolgimento anche del Comune di Palau, in onda sabato 28 settembre, alle 19, su Radio 3


La Nuova Sardegna del 26.09.2013

PALAU Il “Viaggio invisibile” in onda su Radio 3

PALAU Il viaggio di Ulisse trasfigurato nell’opera corale “Viaggio invisibile” approda a Radio3. Il teatro sonoro promosso dal Centro Capra e realizzato con il coinvolgimento dei comuni di Telti, Palau e Sant’Antonio di Gallura andrà in onda sabato, alle 19, a Radio3.

Il “Viaggio invisibile: Odissea visionaria” di Daniela Diurisi, Arianna Fumagalli e Agostino Aresu, un viaggio poetico e polifonico, intorno al tema delle migrazioni e al mito di Ulisse ha incontrato l’interesse della trasmissione radiofonica “Il cantiere”, che accoglie nuove idee, proposte, linguaggi, messaggi. Dal documentario al talk-show, dallo sceneggiato al reportage. Da qui la puntata speciale di sabato su Radio3.

Continua a leggere
antoninoTeatro: “Viaggio invisibile” del palaese Aresu in onda su Radio 3

Isole che parlano, mostra fotografica: aperta fino al 30 settembre

on 24 settembre 2013

mario_donderoMostra fotografica di Mario Dondero: fino al 30 settembre al Centro di Documentazione del Territorio


La rivista Spagnola “El Confidencial” intervista Dondero in relazione alla mostra

Isole che parlano di fotografia… “Riflessioni sull’etica di un mestiere”, in collaborazione con l’Associazione Ogros

Centro di Documentazione del Territorio

Aperta tutti i giorni dalle 16,00 alle 20,00 fino al 30 settembre
(per visite fuori orario telefonare al 339.1459168)
Mercoledì 25 sono aperte le prenotazioni per visite guidate alle scuole

Continua a leggere
antoninoIsole che parlano, mostra fotografica: aperta fino al 30 settembre

14° edizione premio “La Città per il Verde”: consegnate in Comune targa di riconoscimento e pergamena

on 20 settembre 2013

premio_citta_verdePresenti il Sindaco Francesco Pala, la Vice Sindaco Maria Piera Pes e il consigliere delegato all’ambiente Moreno Serra


La Nuova Sardegna del 26.09.2013

Palau vince il premio “Città per il verde” grazie agli orti urbani

Nel 2012 erano stati realizzati dei lotti coltivabili nel centro L’area fra lecci e corbezzoli era stata strappata al degrado.

Di Serena Lullia

PALAU Il Comune raccoglie un ricco raccolto dagli orti sociali. I mini lotti di terreno coltivabile ricavati fra i palazzi del centro, hanno fatto guadagnare a Palau il premio “La città per il verde”, il riconoscimento per i comuni e le province verdi d’Italia organizzato dalla casa editrice il Verde editoriale di Milano in collaborazione con alcune associazioni di settore. Il sindaco Francesco Pala, la vice sindaco Maria Piera Pes e il delegato all’Ambiente Moreno Serra hanno ricevuto la targa premio.

L’amministrazione Pala raccoglie il frutto dell’iniziativa seminata dalla giunta di Piero Cuccu. «La giuria segnala il comune di Palau per il recupero di un’area degradata effettuato tramite la realizzazione di orti sociali coltivati con metodo biologico e attraverso la predisposizione di un piccolo allevamento di animali da cortile», si legge nella motivazione del riconoscimento. Poche righe che riassume i motivi che avevano ispirato la scelta degli orti urbani. I cinque mini lotti per contadini di città erano stati strappati al degrado. L’area di proprietà del Comune destinata alla coltivazione, prima dell’intervento di pulizia affidato ai cantieri sociali, era sporca e abbandonata. I campi, riparati dal vento, fra lecci e corbezzoli, nel 2012 sono stati assegnati ad alcuni cittadini attraverso un bando.

Una iniziativa dal sapore ambientale ma anche sociale. La pulizia delle aree era stata affidata ai cantieri sociali, creando così una occasione di lavoro per diverse persone. Gli orti danno la possibilità di coltivare un piccolo pezzo di terra in modo biologico e in caso di buoni raccolti anche di abbattere la spesa per la verdura. A due passi dagli orti urbani, in un virtuale percorso bucolico tra le case è stato realizzato l’orto della casa di riposo per anziani. Oltre alle aiuole, il cui raccolto finisce nella mensa dei nonnini, c’è un piccolo allevamento di galline che garantisce uova fresche ogni mattina.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo scorso luglio il paese dell’Orso ha ricevuto la segnalazione per la 1° categoria (comuni fino a 5.000 abitanti) per la realizzazione degli orti urbani.

premio_citta_verde2

 ____________________________________________________________________________________________________________________

14ª EDIZIONE DEL PREMIO “LA CITTÀ PER IL VERDE”: I VINCITORI

premio_citta_verde3“La Città per il Verde”, il Premio per i comuni e le province verdi d’Italia organizzato dalla casa editrice Il Verde Editoriale di Milano, ha nominato i vincitori della sua quattordicesima edizione, valorizzando ancora una volta l’operato delle tante amministrazioni virtuose e attive che hanno deciso di divulgare il loro impegno.

Gli enti vincitori, uno per ogni categoria, sono: Comune di San Martino in Pensilis (CB) per la 1a Categoria – Comuni fino a 5.000 abitanti Comune di Torre Boldone (BG) per la 2 a Categoria – Comuni da 5.000 a 15.000 abitanti Comune di Jesolo (VE) per la 3a Categoria – Comuni da 15.000 a 50.000 abitanti Comune di Roma per la 4a Categoria – Comuni oltre 50.000 abitanti Provincia di Siracusa per la 5a Categoria – Province

La Giuria ha conferito una segnalazione ai Comuni di: Monsano (AN) e Palau (OT) per la 1a categoria, San Cesario sul Panaro (MO) e San Giorgio Piacentino (PC) per la 2a categoria, Voghera (PV) per la 3a categoria, Verona per la 4a categoria. Hanno meritato inoltre una menzione speciale della Giuria i Comuni di: Malgrate (LC) e Rocchetta di Vara (SP) per la 1a categoria, Laveno Mombello (VA) e Bonate Sopra (BG) per la 2a categoria, Formigine (MO) per la 3a categoria, Trieste per la 4a categoria.

Dal grande numero di candidature presentate dalle Amministrazioni comunali e provinciali di tutta Italia, quest’anno sono stati selezionati 240 progetti in linea con le finalità del Premio e finalizzati, nella forma di riqualificazioni o nuove realizzazioni, a valorizzare o incrementare il verde pubblico presente sul territorio di competenza. I progetti di comuni e province selezionate sono in prevalenza concentrati al Nord (60,9%) contro il 18,6% del Centro e il 20,5% di Sud e Isole.

Assoluta novità dell’edizione 2013 è stato inoltre il conferimento del Premio speciale “Il Comune più organico”, patrocinato da Assobioplastiche, Cic – Consorzio italiano compostatori e Conai –Consorzio per il Recupero degli imballaggi, dedicato alle amministrazioni comunali che si sono distinte per avere attuato sul loro territorio politiche informative e operative rivolte alla filiera riduzione-recupero-riciclo dei rifiuti biodegradabili e compostabili.

Gli enti nominati vincitori sono: Comune di Monsano (AN) per la 1a Categoria Comune di Avigliana (TO) per la 2a Categoria Comune di Valdagno (VI) per la 3a Categoria Comune di Andria (BAT) per la 4a Categoria Una menzione speciale è infine stata conferita al Consorzio Padova Sud.

“La Città per il Verde” è un’iniziativa sostenuta dallo sponsor di settore Stihl, azienda di riferimento per la realizzazione di attrezzature per il giardinaggio e il settore forestale; ha come partner istituzionali PadovaFiere e l’associazione Touring Club Italiano, ed è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dall’Unione delle Province d’Italia – UPI, dall’Associazione Nazionale Comuni italiani – ANCI, da Legautonomie – Associazione autonomie locali Lombardia.

Il Premio è inoltre sostenuto dalle seguenti associazioni di settore: AIAPP (Associazione italiana per l’architettura del paesaggio), AICu (Associazione italiana curatori di parchi, giardini e orti botanici), Associazione italiana direttori e tecnici pubblici giardini, AIPIN (Associazione italiana per l’ingegneria naturalistica), AIVEP (Associazione italiana verde pensile), ASSOVERDE (Associazione italiana costruttori del verde) e CONAF (Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali).

I vincitori, segnalati e menzionati saranno premiati giovedì 12 settembre a partire dalle ore 10,00 presso il Salone internazionale del florovivaismo e giardinaggio Flormart di Padova, nell’ambito del Salone T-Verde (padiglione n. 4). La cerimonia di premiazione sarà preceduta da un interessante focus di approfondimento dedicato a “Linee guida e strumenti operativi nella progettazione del verde in ambito urbano ed extraurbano”. Durante tutta la durata della manifestazione, presso lo stand de Il Verde Editoriale, sarà allestita la mostra itinerante dedicata agli enti vincitori dell’edizione 2013 i quali potranno, successivamente, ospitarla presso le loro sedi.

Tutti i vincitori potranno, in questa occasione, ritirare la targa di riconoscimento. A tutti i partecipanti presenti alla cerimonia, Touring Club Italiano regalerà la guida alle Bandiere arancioni, il marchio di qualità turistico ambientale per l’entroterra che l’Associazione assegna ai piccoli comuni da oltre 10 anni.

Per ulteriori informazioni: Il Verde Editoriale Coordinamento e segreteria organizzativa Premio “La Città per il Verde” Tel. 02 89659764 Fax 02 89659765 Cell. 338 1420266 – 333 1382263

Continua a leggere
antonino14° edizione premio “La Città per il Verde”: consegnate in Comune targa di riconoscimento e pergamena

Manifestazioni, Isole che Parlano: la performance Angeli & Drake ha chiuso con successo la 17esima edizione

on 19 settembre 2013

angeli_drake

Anche quest’anno il festival ha regalato creatività ed intensità artistiche di alto livello. Il rapporto uomo, arte e natura ha trovato la sintesi con le note musicali di culture diverse che hanno risuonato nei luoghi più suggestivi della Gallura

La Nuova Sardegna del 19 settembre 2013

Applausi per i suoni del mondo di Isole

Il festival di Palau ha ospitato importanti artisti internazionali. Gran finale col concerto del chitarrista Paolo Angeli e Drake

Di Serena Lullia

PALAU Il jazz e la musica sarda di nuovo insieme, un dialogo ideale fra i grattacieli del Michigan e i graniti della Gallura. A celebrare questo matrimonio di culture sul palco del cineteatro Montiggia, tempio della musica dei popoli per una sera, il palaese dall’anima internazionale Paolo Angeli e la leggenda vivente del jazz contemporaneo, il percussionista Hamid Drake. Il loro concerto ha concluso la settimana del festival “Isole che parlano”, la rassegna nata dalla mente dei fratelli Nanni e Paolo Angeli e arrivata alla 17esima edizione.

La performance, storica come l’ha definita Angeli alla fine del concerto, non si è potuta svolgere sulla spiaggia di Cala Corsara, a Spargi. Le cattive condizioni del tempo hanno imposto il trasloco sulla terraferma. Un successo di pubblico per il duo “Gli Spargiani”. Un inno alla musica del futuro, in cui gli steccati fra i generi crollano sotto il peso della fantasia e di una creatività senza tabù. Il filo conduttore del festival , organizzato dall’associazione Sarditudine con il contributo di Comune di Palau, Fondazione Banco di Sardegna e Banca di Sassari è stato. Una manifestazione che per la sua 17esima edizione è diventata anche itinerante.

I suoni del mondo hanno avuto come epicentro Palau, ma hanno migrato anche nei momenti naturali di Arzachena. Tanti gli ospiti blasonati fra cui Mario Dondero, voce originale del fotogiornalismo italiano. L’85enne intellettuale delle immagini ha portato a Palau la sua indagine sulla foto del miliziano di Robert Capa, un lavoro di ricerca sullo scatto con cui colse la caduta di un combattente repubbicano nella guerra civile spagnola. Punto di partenza del suo lavoro di ricostruzione dell’epopea della repubblica spagnola attraverso protagonisti e testimoni.

Il giro del mondo di “Isole che parlano” ha portato sotto l’Orso anche il canto diafonico del mongolo Enkhjargal Dandarvaanchig, la dolcezza cristallina del vibrafonista Pasquale Mirra, sia in solo che in duo con il sultano dell’Illinois Hamid Drake. L’originale duo Mirra e Drake ha avuto come quinta naturale il faro, simbolo della memoria storica di Palau. Intensa la melodia nata dall’incontro fra il vibrafono preparato con catene, carta stagnola e tessuti e le percussioni di Drake. La prima ad Arzachena di “Isole che parlano” è stata sul palcoscenico naturale della tomba dei giganti di Coddu Ecchjiu.

Fra i graniti millenari Enkhjargal Dandarvaanchig, virtuoso del moorin hoor, uno strumento ad arco, e del choomie, il canto armonico, ha centrato ancora una volta il punto d’incontro tra tradizione mongola e influenza delle musiche occidentali. Spazio anche alla suggestiva processione sulla roccia dell’Orso con protagonisti i Cussertu Cùcuru, Luna de Torpè, il Tenores di Orgosolo e i Maestri campanari. Grande successo per la sezione di Isole dedicata ai bambini e curata da Alessandra Angeli.

Grande la partecipazione ai laboratori in cui i ragazzi, riciclando vecchie fotografie, scatole di latta, cartoline d’epoca e oggetti hanno ricreato gli antichi suoni. Emozionante il concerto finale dei piccoli alunni diretti da Pasquale Mirra. Soddisfatti gli organizzatori per l’elevata qualità della rassegna e la grande risposta del pubblico.

Entusiasta il jazzista Hamid Drake. «Suono una media di 200 concerti all’anno in tutto il mondo – ha detto alla fine del duo con Angeli –. Ma raramente ho partecipato a un festival con questa intensità e bellezza».

Continua a leggere
antoninoManifestazioni, Isole che Parlano: la performance Angeli & Drake ha chiuso con successo la 17esima edizione

Inail: obbligo d’iscrizione per chi svolge lavoro domestico

on 18 settembre 2013

inailL’Inail ricorda che dal 2001 è obbligatoria l’iscrizione per chi svolge, tra 18 e 65 anni, in modo abituale ed esclusivo e senza vincoli di subordinazione, il lavoro domestico per la cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente in cui dimora il nucleo familiare


INAIL, TUTELA DELLA SALUTE NELLE ABITAZIONI E ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI DOMESTICI

Da marzo 2001 è obbligatoria l’iscrizione all’INAIL di chi, tra 18 e 65 anni, svolge abitualmente ed esclusivamente, senza vincoli di subordinazione, lavoro domestico per la cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente in cui dimora il nucleo familiare.

L’iscrizione costa € 12,91 all’anno ed è deducibile ai fini fiscali.

L’iscrizione è gratuita per le categorie economicamente più deboli con i seguenti requisiti autocertificabili:

‐ reddito personale complessivo lordo fino a € 4.648,11 all’anno
‐ siano in un nucleo familiare il cui reddito complessivo lordo non supera € 9.296,22 all’anno.

Per info consultare www.inail.it
oppure rivolgersi a:
comitatoinfortunidomestici@inail.it
‐ Segreteria Comitato: 06/54875272 ‐ Fax: 06/54873690

Continua a leggere
antoninoInail: obbligo d’iscrizione per chi svolge lavoro domestico

Inail: obbligo d’iscrizione per chi svolge lavoro domestico

on 18 settembre 2013

inailL’Inail ricorda che dal 2001 è obbligatoria l’iscrizione per chi svolge, tra 18 e 65 anni, in modo abituale ed esclusivo e senza vincoli di subordinazione, il lavoro domestico per la cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente in cui dimora il nucleo familiare


INAIL, TUTELA DELLA SALUTE NELLE ABITAZIONI E ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI DOMESTICI

Da marzo 2001 è obbligatoria l’iscrizione all’INAIL di chi, tra 18 e 65 anni, svolge abitualmente ed esclusivamente, senza vincoli di subordinazione, lavoro domestico per la cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente in cui dimora il nucleo familiare.

L’iscrizione costa € 12,91 all’anno ed è deducibile ai fini fiscali.

L’iscrizione è gratuita per le categorie economicamente più deboli con i seguenti requisiti autocertificabili:

‐ reddito personale complessivo lordo fino a € 4.648,11 all’anno
‐ siano in un nucleo familiare il cui reddito complessivo lordo non supera € 9.296,22 all’anno.

Per info consultare www.inail.it
oppure rivolgersi a:
comitatoinfortunidomestici@inail.it
‐ Segreteria Comitato: 06/54875272 ‐ Fax: 06/54873690

Continua a leggere
antoninoInail: obbligo d’iscrizione per chi svolge lavoro domestico

Modellismo navale: in Comune, aperta al pubblico, l’esposizione del modello in scala della nave da battaglia ROMA

on 17 settembre 2013

modellismo01Modellismo navale: in Comune, aperta al pubblico, l’esposizione del modello in scala della nave da battaglia ROMA, creato dalla passione di Graziano Deiana


La Roma fu una nave da battaglia, la terza unità della classe Littorio e rappresentò il meglio della produzione navale bellica italiana della seconda guerra mondiale.

modellismo05Costruita dai Cantieri Riuniti dell’Adriatico e consegnata alla Regia Marina il 14 giugno 1942, venne danneggiata nel corso di un bombardamento aereo statunitense quasi un anno dopo mentre era alla fonda a La Spezia, subendo in seguito altri danni che la costrinsero a tornare operativa, dopo le dovute riparazioni, solamente il 13 agosto 1943.

modellismo04A seguito dell’armistizio italiano, alla Roma fu ordinato, assieme ad altre imbarcazioni militari, di raggiungere l’isola di La Maddalena, come concordato con gli Alleati. La squadra navale italiana, tuttavia, venne attaccata da alcuni bombardieri tedeschi che la affondarono.

modellismo02
Il 28 giugno 2012 il relitto della corazzata è stato rinvenuto nel golfo dell’Asinara dopo decenni di ricerche.

Continua a leggere
antoninoModellismo navale: in Comune, aperta al pubblico, l’esposizione del modello in scala della nave da battaglia ROMA