Feste e sagre religiose palaesi: definito il calendario di maggio e giugno

on 31 maggio 2013

processionerDomenica 2 giugno, h. 17.30, corpus domini con processione per le vie del paese. Sabato 8 giugno i tradizionali festeggiamenti in onore di Sant’Antonio da Padova, in loc. monti canu


Domenica 2 giugno, h. 17.30, corpus domini con processione per le vie del paese

Sabato 8 giugno, h. 19.00, sagra campestre in onore di Sant’antonio da Padova in loc. monticanu

Continua a leggere
antoninoFeste e sagre religiose palaesi: definito il calendario di maggio e giugno

La riqualificazione turistica del Faro di Capo d’Orso

on 31 maggio 2013

faro_capo_dorso_bigLa Conservatoria delle Coste: al via bandi pubblici per valorizzare fari e torri costiere. I privati assegnatari potranno trasformare i siti in hotel, ristoranti e musei. “Parte delle strutture resterà comunque fruibile al pubblico”, sottolinea l’Assessore regionale Biancareddu


L’Unione Sarda del 31.05.2013

Quindici vecchie torri costiere diventeranno hotel, bar e musei
Un bando per assegnarle ai privati: dovranno restaurarle a loro spese

Quindici fari e torri costiere si trasformeranno in alberghi a 5 stelle, ristoranti, caffetterie, bookshop e spazi espositivi legati alla cultura del mare. È una scommessa: la Regione ha deciso di puntare sul futuro rendendo attuale e fruibile, senza snaturarne la natura, un importante patrimonio destinato altrimenti e irrimediabilmente all’abbandono e alla scontata vandalizzazione.

LA SFIDA In questa sfida i privati avranno una parte importante: chi vincerà la gara per l’assegnazione dovrà affrontare le spese per la ristrutturazione, pagare un canone dopo aver riassorbito l’investimento iniziale e gestire l’immobile. I criteri di ristrutturazione sono rigidi: si potrà modificare ben poco rispetto all’esistente all’infuori dei restauri. Molti di questi edifici per anni, alcuni per secoli, sono stati adibiti a ricoveri di persone e cose. Quindi posseggono già una struttura facilmente sfruttabile per «l’accoglienza e il pernottamento sul modello di locanda», recita la delibera della Giunta che dà il via al progetto. La Regione già dalla fine del 2011 aveva dato mandato all’Agenzia per la Conservatoria delle Coste di elaborare un dettagliato programma per valorizzare quindici aree costiere di sua proprietà dove sorgono fari, semafori, torri costiere e altri immobili e infrastrutture.

LA LISTA Nell’elenco spiccano il Faro di Torregrande (Oristano) situato sulla terrazza della torre spagnola, la torre dei Segnali di Capo Sant’Elia (Cagliari), il vecchio faro di Razzoli (La Maddalena), l’ex stazione di segnali di Capo Sperone (Sant’Antioco), il faro di Capo d’Orso (Palau), la stazione semaforica di Punta Scorno (Isola dell’Asinara). Ad oggi la Conservatoria del Coste ha concluso le prime fasi, ora rimane praticamente quella più delicata. Vale a dire la fase delicata dei bandi. L’obiettivo è quello di trovare imprenditori interessati ad avviare un’attività in queste strutture, uniche nel loro genere. Dovranno pensare alla ristrutturazione mettendo di tasca i fondi e potendo contare su una gestione garantita per diversi decenni della nuova struttura. Il numero esatto non è stato ancora stabilito. In ogni caso le spese per i restauri saranno decurtate dai canoni di concessione.

IL DIRETTORE «Bisogna sapere», ha spiegato Alessio Satta direttore della Conservatoria delle Coste «che questo patrimonio è stato trasferito alla Regione in elevato stato di degrado. Servono venti milioni di euro per ristrutturare gli immobili. Ma una volta recuperati il loro valore arriverà a oltre 50 milioni incrementando quindi il patrimonio della Regione».

I SITI L’assessore regionale dell’Ambiente Andrea Biancareddu ha illustrato ieri mattina il progetto integrato per la valorizzazione delle coste. «L’iniziativa è unica in Italia e quindi in Sardegna», ha detto l’esponente della Giunta: «Perché miriamo a un recupero di quelle strutture dal punto di vista storico e speciale in termini di energia sostenibile e bioedilizia. Lasceremo parte dei siti fruibili per il pubblico». In poche parole le vecchie torri costiere recuperate non ospiteranno solo alberghi, caffetterie e ristoranti. «Una parte sarà a disposizione dei cittadini che potranno riappropriarsi di siti prima pericolanti e in disuso».

Sergio Atzeni

Continua a leggere
antoninoLa riqualificazione turistica del Faro di Capo d’Orso

Porto Rafael, Trofeo Formenton 2013: già aperte le iscrizioni alla 25^ edizione

on 30 maggio 2013

formenton_2009Il prossimo 20 agosto il prestigioso trofeo festeggia il Silver Jubilee: iscrizioni possibili on line e nei circoli che organizzano l’evento


ESTATE 2013

A VELA AL TROFEO FORMENTON SI FESTEGGIA IL SILVER JUBILEE: IL PROSSIMO 20 AGOSTO TUTTI A PORTO RAFAEL, PALAU PER UN’EDIZIONE SICURAMENTE STORICA!

Edizione storica per il Trofeo Mario Formenton, che il prossimo 20 agosto festeggia il Silver Jubilee, con la sua venticinquesima edizione. Venticinque anni in cui il tempo sembra quasi non essere passato per lo spirito della regata rimasto intatto come in origine, ma che ha fatto vedere intere famiglie crescere con la stessa grande passione per il mare e per la vela, che aveva Mario Formenton, ex Presidente della Mondadori a cui la manifestazione è dedicata.

Regatanti famosi e crocieristi per una volta regatano senza troppe tensioni agonistiche, ma si godono una giornata di vela vissuta con gli amici in un percorso che per tutti è considerato uno dei più belli al mondo, tra Palau e Porto Rafael (quest’anno bandiera blu), La Maddalena, Barrettini, Spargi, Budelli e Porto Pollo per un totale di 21 miglia. In 25 anni il Trofeo messo in palio a Porto Rafael per l’imbarcazione della categoria Crociera in grado di aggiudicarsi tre edizioni anche non consecutive, è stato assegnato definitivamente solo a Riccardo Ammannato con Oracabessa (1990, 1993, 1995) e a Mario Gallini con Mahè (2003,2004, 2005).

La regata, organizzata dallo Sporting Club Sardinia con il supporto logistico dello Yacht Club Punta Sardegna e la collaborazione tecnica dello Yacht Club Costa Smeralda, è apprezzata da chi trascorre le vacanze estive al nord Sardegna con la propria barca a vela (ma partecipano anche scuola vela e compagnie di charter) e vuole trascorrere una giornata che mixa al punto giusto la crociera alla regata. Il Trofeo Formenton, dedicato in particolar modo alle barche da Crociera con la speciale categoria vele bianche per chi vuole partecipare navigando con la sola randa e fiocco (senza l’impegnativo spinnaker), è aperta anche alla categoria Regata e Vele d’Epoca.

“Un bel traguardo! – ha commentato il Presidente dello Sporting Club Sardinia Giorgio Bevacqua – In questi 25 anni la manifestazione è cresciuta: dalle 5 barche e rispettive famiglie, ci siamo assestati sulla cinquantina di partecipanti. E’ una regata che va vissuta fino in fondo, perchè ha un sapore del tutto particolare, lungo un percorso che in 25 anni ha saputo dare sempre emozioni nuove”. La casa editrice “Il Saggiatore” e il Consorzio di Porto Rafael contribuiscono alla realizzazione dell’evento, che per molti fedelissimi è un vero e proprio “must” dell’estate sarda, prima di salutare le vacanze. Le iscrizioni sono possibili on line, così come presso i circoli coinvolti nell’organizzazione.

Continua a leggere
antoninoPorto Rafael, Trofeo Formenton 2013: già aperte le iscrizioni alla 25^ edizione

Porto Liscia/Isola dei Gabbiani: al via i campionati italiani assoluti di tutte le classi windsurf

on 30 maggio 2013

windsurf_grand_slamDal 1 all’8 giugno in programma il Windsurf Grand Slam. Per la prima volta nella storia del windsurf italiano si svolgeranno in contemporanea, nella medesima località, quattro Campionati Nazionali: Freestyle, Slalom, Formula e Raceboard, il cosiddetto “Grand Slam”.


Presentazione e locandina

Discipline in programma

Freestyle: la più giovane e spettacolare disciplina del windsurf, con salti e manovre a pochi metri dalla spiaggia. Ha bisogno di un vento medio-forte.

Slalom: una disciplina da gladiatori del vento che affrontano alla massima velocità un percorso su boe a eliminazione diretta. Anche in questa disciplina gli atleti hanno bisogno di un vento medio-forte.

Formula Windsurfing: la formula 1 del windsurf: tattica e velocità su un percorso di ispirazione velica con tavole che planano già con un alito di vento. Per questa disciplina è ideale un vento che soffia leggero e a media intensità.

Raceboard: la tradizione del windsurf. Tavole con deriva e classi olimpiche per una categoria in cui la tattica attorno alle boe è tutto. E’ sufficiente un vento leggero.

Speed: vince chi va più veloce. In un’area riservata gli atleti vengono misurati grazie a un sofisticato sistema Gps. Nel campo di gara gli atleti sfrecciano spinti da un vento di forte intensità.*

Continua a leggere
antoninoPorto Liscia/Isola dei Gabbiani: al via i campionati italiani assoluti di tutte le classi windsurf

Insediato il nuovo Sindaco: scambio della fascia tricolore tra Cicero e Pala

on 29 maggio 2013

insediamento_palaIl presidente della prima sezione ha ufficialmente proclamato gli eletti: ecco i risultati definitivi e la composizione del nuovo Consiglio Comunale


Aventi diritto al voto 3633

Votanti 2671 (73,52%) – votanti 2007 (83,67%)

Schede bianche 14 (0,25%) – schede nulle 57 (2,13%)

Totale voti sindaco 2.600

Totale dei votanti 2671

PROGETTO INSIEME (1.683 voti – 64,73%)
Sindaco Francesco Pala

Entrano in consiglio come gruppo di maggioranza

Rachele Sanna (208 voti)
Claudio Varello (198 voti)
Maria Piera Pes (190 voti)
Paolo Mario Altana (168 voti)
Roberto Fresi noto Robertino (123 voti)
Mauro Aresu (107 voti)
Fiorella Fraccorollo in Gala (91 voti)
Fausto Serra noto Moreno (86 voti)

Non eletti
Alessandro Occhioni (83 voti)
Ferdinando Abeltino noto Nando (79 voti)
Paola Natalina Pala (78 voti)
Claudio Cudoni (38 voti)


PALAU IN MOVIMENTO (917 voti – 35,26)

Entrano in consiglio come gruppo di minoranza

Pietro Cuccu noto Piero
Luca Fresu (123 voti)
Sabrina Inzaina (92)
Giulio Aresu (83 voti)

Non eletti
Eleonora Dessena (69 voti)
Massimo Cocciu (67 voti)
Giovanni Urgeghe (57 voti)
Giovanni Deligios (54 voti)
Francesco Venuti noto checco (46 voti)
Michela Manca (39 voti)
Marco Atzei (31 voti)
Roberto Picconi (26 voti)
Lisa Bellodi (24 voti)

Continua a leggere
antoninoInsediato il nuovo Sindaco: scambio della fascia tricolore tra Cicero e Pala

Elezioni comunali, 26 e 27 maggio: la rassegna stampa dei giornali locali

on 29 maggio 2013

rassegnastampaCome i maggiori quotidiani regionali La Nuova Sardegna e l’Unione Sarda hanno commentato i risultati del voto palaese


L’Unione Sarda del 29.05.2013

PALAU. L’insediamento di Francesco Pala e i suoi otto nuovi consiglieri
Il Comune accoglie il sindaco
Il commissario Cicero ha riconsegnato il tricolore

Indossa la fascia tricolore Francesco Pala e stringe la mano al suo omonimo Cicero, commissario straordinario che da oggi lascerà Palau dopo quasi un anno. La cerimonia di consegne e l’insediamento negli uffici di piazza Popoli D’Europa, avvenuto ieri mattina, danno il via di fatto all’amministrazione di Progetto Insieme.

IL NUOVO SINDACO «È stato un momento particolare, Cicero mi ha fatto gli auguri e ha ricordato i passaggi fondamentali del suo servizio qui a Palau – dice il primo cittadino dal suo nuovo ufficio – il commissario ha elogiato tutti i dipendenti comunali. Ho voluto conoscerli uno ad uno e ho capito che partiremo con una solida base». Il sindaco, neoeletto con 1.683 preferenze sui 2.671 votanti, porta sugli scranni del consiglio comunale otto nuove leve.

LA SQUADRA Accanto a Pala siederà la giovanissima Rachele Sanna, che in assoluto ha conquistato il maggior numero di schede a favore: 208. «Non me l’aspettavo, è la mia prima esperienza in politica – dice la ragazza – sono emozionata e felice del consenso ricevuto. Ringrazio mio padre e la mia famiglia, che mi hanno aiutato a raggiungere questo risultato, e tutti i cittadini di Palau. Ora è tempo di riordinare le idee e mettermi al lavoro».Claudio Varello è il secondo con 198 preferenze, a cui segue un’altra donna, Maria Piera Pes con 190. Una quota rosa di tutto rispetto che, se venisse mantenuta la tradizione per i più votati, significherebbe un ruolo di prim’ordine all’interno della giunta per Sanna e Pes. Saranno tre, infatti, gli assessori che Pala dovrà nominare.

GLI ASSESSORI «Valuteremo e faremo delle considerazioni nei prossimi giorni – spiega il sindaco – avevamo altre priorità e sugli incarichi non abbiamo ancora ragionato». Tra gli altri consiglieri eletti c’è anche uno dei fondatori del gruppo, Paolo Altana (168 voti), Robertino Fresi (123 ), Mauro Aresu (107 ), Fiorella Gala (91), che porta a tre il numero delle donne in maggioranza, e Moreno Serra (86), quest’ultimo accanto a Pala fin dai tempi di Palau 2012, la vecchia lista poi ricusata nella precedente tornata elettorale. Restano fuori dalla massima assemblea cittadina, ma non dal team di lavoro, Alessandro Occhioni, Nando Abeltino, Paola Pes e Claudio Cudoni.

LA MINORANZA I quattro seggi della minoranza, invece, saranno occupati dall’ex primo cittadino Piero Cuccu, da Luca Fresu (123 voti), Sabrina Inzaina (92) e Giulio Aresu (83). Il capogruppo dell’opposizione ha conquistato 917 preferenze, il 35,26 per cento delle 2.600 schede valide scrutinate. «Palau in movimento non si ferma.

PIERO CUCCU Ci siamo già riuniti la sera stessa della sconfitta e abbiamo deciso che continueremo a collaborare – racconta Piero Cuccu – sarebbe un peccato disperdere questa nuova generazione che ha profuso impegno, capacità e professionalità in un nuovo modo di fare politica. Il lavoro fatto non andrà perso». Sul suo nuovo ruolo in consiglio comunale Cuccu dice «sarà un modo diverso di impegnarmi nella politica del mio paese, lo farò con lo stesso impegno che mi avrebbe contraddistinto in caso di vittoria. Lo devo e lo dobbiamo alle persone che ci hanno votato e a tutta la cittadinanza».

PRIORITÀ D’OPPOSIZIONE Tra le prime cose che Cuccu sottoporrà al nuovo Consiglio: «chiederemo da subito di discutere sull’accordo di programma per l’edilizia agevolata nell’area dell’ex ferrovia e, in perfetto accordo con le priorità in agenda del sindaco, l’immediata soluzione del problema della mancanza d’acqua in zona artigianale».

Isabella Chiodino


La Nuova Sardegna del 29.05.2013

Pala: «Ora sarò il sindaco del dialogo»
Palau, il nuovo primo cittadino si insedia e commenta il voto. Sull’addio alla presidenza della Provincia deciderà Carzedda
Le preferenze Rachele Sanna è stata la più votata

Il consiglio comunale sarà così formato. In maggioranza Rachele Sanna 208 voti; Claudio Varello 198 voti; Maria Piera Pes 190 voti; Paolo Altana 168; Robertino Fresi 123 voti; Mauro Aresu 107 voti; Fiorella Gala 91 voti; Moreno Serra 86 voti. All’ opposizione Piero Cuccu; Luca Fresu 123 voti; Sabrina Inzaina 92 e Giulio Aresu 83 voti. I non eletti di “Progetto insieme”: Alessandro Occhioni 83 voti; Nando Abeltino 79; Paola Natalina Pala 78; Claudio Cudoni 38. I non eletti di Palau in movimento: Eleonora Dessena 69 voti; Massimo Cocciu 67; Giovanni Urgeghe 57 ; Giovanni Deligios 54; Checco Venuti 46; Michela Manca 39; Marco Atzei 31; Roberto Picconi 26 e Lisa Bellodi 24.

di Serena Lullia

Moderato anche nel trionfo, Francesco Pala entra in municipio quasi in punta di piedi. Al suo fianco la moglie e gli orgogliosi consiglieri che hanno vinto la sfida delle urne. Indossa la fascia tricolore nel passaggio di consegne del commissario Francesco Cicero e prova a imprimere da subito il suo ritmo alla neo amministrazione.

Tour fra gli uffici comunali e nel pomeriggio prima riunione per mettere a punto la giunta. Uomo dallo spiccato senso pratico, Pala vuole mettersi al lavoro in tempi rapidi. Neanche in tempo di godersi il 64,73 per cento dei voti con cui ha strapazzato l’ex sindaco Piero Cuccu, che si è fermato al 35,3 per cento.  «Un risultato che non ci aspettavamo – commenta il neo sindaco Pala –. Un segnale importante da parte della comunità che aumenta il nostro livello di responsabilità per la fiducia che la gente ha riposto in noi, ci preoccupa ma allo stesso tempo ci dà lo stimolo e la carica per impegnarci di più. Ora dobbiamo dare risposte alle persone che hanno creduto in noi. Non ci aspettavamo una vittoria così netta, per il valore di Piero Cuccu, ma anche per l’impegno che il suo gruppo di giovani ha messo. proponendo un modo innovativo di fare politica. Pensavamo che fosse una sfida all’ultimo voto».

Nel segreto dell’urna i palaesi hanno deciso in modo netto di consegnare alla storia gli ultimi 15 anni di amministrazione e provare a scrivere una nuova pagina della vita amministrativa sotto l’Orso. Schiacciante la differenza di voti, 1683 contro 917. «Credo che abbiano contribuito alla nostra vittoria diversi fattori – commenta Pala dal suo ufficio con vista sul porto turistico –. Di sicuro il mix fra profili esperti in diversi campi lavorativi, utilissimi per essere operativi da subito e fare i primi importanti passi a livello programmatico, e persone nuove. Non abbiamo la bacchetta magica e non potremo dare risposte a tutti e su tutto subito. Ma è importante costruire un percorso. Di certo poi l’apertura al dialogo, lo stare fra la gente è un metodo che continuerà ad essere applicato anche adesso. È un po’ il marchio di fabbrica del nostro gruppo insieme con i valori del rispetto, della moderazione, dei toni bassi, del fair play, che abbiamo utilizzato in campagna elettorale».

La giunta Pala dovrebbe vedere la luce entro pochi giorni. Ma il numero dei voti ottenuti non sarà garanzia di un assessorato. «Valuterò oltre ai voti anche le competenze e la disponibilità – aggiunge Pala –. È possibile l’assegnazione di un assessorato esterno, cioè a persone che fanno parte del gruppo ma non della lista. Abbiamo un progetto ben chiaro da realizzare e alcune figure hanno competenze e caratteristiche congeniali al raggiungimento degli obiettivi. Di sicuro la squadra sarà pronta in tempi rapidi perché i problemi da affrontare sono davvero tanti». Pala si impegna a essere il sindaco di tutti e tende la mano alla minoranza. «Fa parte del mio carattere cercare il dialogo e mai lo scontro – sottolinea il sindaco –. Quindi faccio un invito alla collaborazione prima di tutto a Piero Cuccu. Il dialogo con la minoranza sarà fondamentale». Pala intende essere un sindaco a tempo pieno.

Ma il primo cittadino affida al vicepresidente della Provincia Pietro Carzedda l’eventuale compito di rimuoverlo dall incarico di presidente del Consiglio. «A breve avrò un colloquio con il presidente – conclude Pala –. Gli spiegherò la situazione, valuterò la posizione dei colleghi. Fare il sindaco è un grande impegno che richiede sacrifici e tempo». Ma le dimissioni di Pala potrebbero non essere necessarie. Per la Provincia è già stata scritta la data di morte, il 30 giugno.


La Nuova Sardegna del 29.05.2013

Il nuovo Consiglio cambia volto e si tinge di rosa 

Sarà un consiglio comunale quasi tutto nuovo e con molte sfumature di rosa. Sono quattro le donne che siederanno nell’aula di piazza Popoli d’Europa, tre fra i banchi della maggioranza Rachele Sanna, la più votata in questa competizione elettorale, Maria Piera Pes (foto) e Fiorella Gala. Una in quelli della minoranza, Sabrina Inzaina. Una doppia rivoluzione se si pensa che nell’ultimo consiglio non c’era nemmeno una rappresentante femminile nella massima assemblea comunale.

Dopo 15 anni cambia in modo radicale il volto del Consiglio. Gli unici rappresentanti del gruppo che ha guidato il paese nelle ultime tre legislature sono l’ex sindaco Piero Cuccu e l’ex assessore all’Ambiente Luca Fresu. Una tornata elettorale dei grandi numeri, ma anche del partito dell’astensione. L’affluenza alle urne è calata di dieci punti percentuali. Nel 2007 i votanti erano stati l’83,67 per cento della popolazione. Solo il 73,52% si è recato invece ai seggi lo scorso week-end. Doveroso anche un parallelo con i numeri della tornata del 2007. Allora Cuccu vinse con il 45,40 per cento dei voti. Due le liste che si erano contrapposte al rappresentante di Viva Palau via e che avevano conquistato una il 33 per cento delle preferenze, l’altra il 22. Questa volta Pala ha stravinto ottenendo la percentuale altissima del 65 per cento.


La Nuova Sardegna del 29.05.2013
PALAU IN MOVIMENTO
Cuccu: «Faremo una opposizione attenta e partecipe»

PALAU All’indomani della débacle elettorale l’ex sindaco Piero Cuccu non si sente solo. Al suo fianco c’è tutto il gruppo di “Palau in movimento”. La squadra che lo ha accompagnato nell’avventura elettorale non intende evaporare a causa del rovinoso risultato delle urne. Solo il 35,3 per cento delle preferenze.

Ieri pomeriggio tutti i candidati erano nella sede della lista per fare una analisi del voto. «La sconfitta è talmente evidente – commenta Cuccu – che non lascia spazio a troppe interpretazioni. Stiamo ragionando proprio su questo. Abbiamo presentato un progetto che non è stato evidentemente apprezzato. La responsabilità è principalmente la mia, perché è evidente che fra i palaesi ci fosse voglia di cambiare, di voltare pagina. Ma c’è una generazione di giovani che non va persa, che si vuole impegnare in prima persona con un modo di fare politica che io apprezzo molto, basato sulla partecipazione e la condivisione.

Un patrimonio per la comunità palaese. Non lo è stato in questa campagna elettorale, ma come in tutte le competizioni si vince e si perde. Nonostante la sconfitta intendiamo prendere ciò che c’è stato di buono». A chi pensava che l’ex sindaco non si sarebbe seduto fra i banchi dell’opposizione dopo 15 anni fra i banchi della maggioranza Cuccu chiarisce. «Faremo la minoranza secondo il ruolo che gli elettori ci hanno assegnato – aggiunge Cuccu che siederà all’opposizione con Luca Fresu, Sabrina Inzaina e Giulio Aresu –. Faremo una minoranza attenta, partecipe, attiva e avremo la possibilità di portare i temi della discussione». Cuccu passa poi all’analisi del voto. «Credo che il paese avesse già deciso di cambiare e questo è ovviamente legittimo – commenta – .

Noi abbiamo cercato di essere chiari in campagna elettorale. Abbiamo parlato dei temi che riguardano il bene comune, l’interesse generale. Ma forse in alcuni casi parlare degli interessi particolari premia di più. Cio che mi dispiace di più è la delusione dei ragazzi. Ognuno di loro vuole andare avanti, tenere la sede, continuare a discutere, a ragionare, a impegnarsi per Palau. Penso che se avremo la forza di far crescere ancora di più questa generazione che si vuole occupare della cosa pubblica daremo un valore aggiunto al paese». (se.lu.)


L’Unione Sarda del 28 maggio 2013

Sconfitto Piero Cuccu che starà all’opposizione con altri quattro consiglieri Francesco Pala è il sindaco
Conquista il 65 per cento delle preferenze del paese

Francesco Pala è il nuovo sindaco di Palau. La sua lista Progetto insieme conquista 1683 voti, il 64,73 per cento di preferenze sull’antagonista, l’ex primo cittadino Piero Cuccu di Palau in movimento, che chiude con 917 schede a favore. I numeri erano ben chiari fin dalla prima ora dello spoglio.

IL NEO SINDACO «Non mi aspettavo un risultato del genere. Il valore dei miei avversari era fuor di dubbio. Pensavo che avremmo corso sul filo di lana fino all’ultimo – dichiara Pala, quando ormai i giochi sono fatti – Questo grande consenso è straordinario ma, al contempo, mi fa sentire ancor di più il peso dei miei doveri e delle mie responsabilità nei confronti di questo paese che ha creduto in me. Inizio con ancor più slancio una missione di rinnovamento che partirà già da oggi. Non posso negare l’impegno di Cuccu in questi anni, ma ora dobbiamo mettere a punto tante cose e partiremo subito».

CHI È Francesco Pala, 49 anni, imprenditore agricolo, presidente della provincia Olbia Tempio, amante del mare e con un passato da istruttore di vela, prende in mano le redini nella cittadina dell’Orso dopo quasi un anno di commissariamento. Questa mattina in Comune è già fissato l’appuntamento con il commissario straordinario Francesco Cicero per il passaggio di consegne.

EMERGENZE «Nella lista delle prime cose da fare c’è l’incontro con Abbanoa per la risoluzione immediata del problema della zona artigianale dove, dallo scorso novembre, tante famiglie e imprese commerciali sono senz’acqua. Questa è la prima urgenza» dice Pala. Ma i viaggi a Cagliari saranno numerosi e per diversi motivi. La risoluzione dei quesiti inviati dal comitato tecnico urbanistico sul Puc, sono una priorità. Nel comizio finale, Pala aveva puntato proprio sull’analisi del Piano urbanistico, per ora fermo in Regione, sulla portualità, sul turismo sulla trasformazione dell’ex campo sportivo in parco urbano e sull’edilizia agevolata per convincere gli elettori sul nuovo futuro di Palau.

IL PUC «L’assenza di un Puc è una grave mancanza per la nostra cittadina su cui lavorerò fin da subito con la mia squadra» spiega il neo eletto primo cittadino. Dei dodici che hanno accompagnato Pala nell’avventura di Progetto insieme, otto siederanno in Consiglio comunale e tre avranno l’incarico di assessore. Quattro saranno i componenti dell’opposizione guidata da Cuccu. I candidati più votati di Progetto insieme sono stati Rachele Sanna, Claudio Varello e Paolo Altana e Maria Piera Pes.

Isabella Chiodino


La Nuova Sardegna del 28.05.2013

Francesco Pala strapazza Piero Cuccu
Il paese volta pagina.
Dura sconfitta per il sindaco uscente e il gruppo che per 15 anni ha guidato l’amministrazione di palau
di Serena Lullia

PALAU Gentleman anche nella vittoria. Francesco Pala festeggia la conquista del Palazzo ma riconosce subito il valore degli avversari, la lista “Palau in movimento” del sindaco uscente Piero Cuccu, asfaltata da “Progetto insieme” con il 64,73 per cento dei voti. Il paese dell’Orso volta pagina dopo 15 anni. Cuccu, primo cittadino dal 2007 al 2013, era stato assessore nelle due precedenti giunte. Un messaggio chiaro da parte dei palaesi. La freddezza della matematica lascia poco all’interpretazione e segna il trionfo del nuovo progetto politico di Pala, 49 anni, un figlio di Palau, attuale presidente del Consiglio provinciale.

Nella competizione elettorale segnata da un calo di 10 punti percentuali nell’affluenza, dall’83,67 per cento del 2007 al 73,52 per cento, Pala porta a casa 1683 voti. Cuccu si ferma a 917 voti, il 35,26 per cento. «Sono felicissimo – sono le prime parole del neo sindaco Pala –. Non immaginavo un successo di queste proporzioni anche perché riconosco il grande valore di Piero Cuccu e della sua lista. Pensavo sinceramente che fosse una sfida all’ultimo voto, invece abbiamo vinto con oltre il 64 per cento. Credo che la gente di Palau abbia dimostrato la voglia di cambiamento e abbiamo voluto premiare anche il tipo di campagna elettorale che abbiamo fatto in questi mesi, toni moderati e assoluto fair play. Ho sempre detto che Palau ha bisogno di ritrovare la serenità che negli ultimi anni aveva perso. A noi adesso tocca trovare le soluzioni ai tanti problemi del paese». La proclamazione degli eletti arriverà solo questa mattina nella sede delle scuole elementari.

Subito dopo il sindaco Pala si insedierà nel municipio di piazza Popoli d’Europa. Ad accoglierlo il commissario straordinario Francesco Cicero che consegnerà al neo primo cittadino le chiavi del Palazzo, dopo un lungo anno da inquilino. Il Consiglio comunale che esce dalle urne è completamente rinnovato e con una evidente sfumatura di rosa. Per la maggioranza siederanno in aula Rachele Sanna, la più votata della lista “Progetto insieme”, Claudio Varello, Maria Piera Pes, Paolo Altana, Robertino Fresi, Mauro Aresu, Fiorella Fraccarolo Gala, Moreno Serra e Alessandro Occhioni. Nei banchi dell’opposizione siederà invece l’ex primo cittadino Piero Cuccu, l’ex assessore all’Ambiente Luca Fresu e la new entry Sabrina Inzaina. Pala amministrerà Palau con una squadra di neofiti della politica. Il primo cittadino ha già indicato la priorità, la zona artigianale. Dal mese di novembre fra i capannoni non arriva acqua. Pala si dovrà poi confrontare con alcune gravissime emergenze, il lavoro e il calo del turismo. A Palau il 12% della popolazione è senza una occupazione e l’industria delle vacanze in 5 anni ha perso 225 mila presenze. Non fa breccia nel cuore dei palaesi il progetto di Piero Cuccu. L’ex primo cittadino porta a casa un 35,26% di gradimento, dieci punti in meno rispetto alla tornata elettorale del 2007 quando era stato eletto sindaco con il 45,40%. «Faccio gli auguri e i complimenti al neo sindaco Pala – commenta Cuccu – e a chi democraticamente ha vinto. Evidentemente il paese ha premiato un progetto diverso dal nostro. Mi assumo ogni responsabilità. Mi dispiace solo che il nuovo modo di fare politica pensato dai ragazzi della mia lista non sia stato premiato».

Continua a leggere
antoninoElezioni comunali, 26 e 27 maggio: la rassegna stampa dei giornali locali

“GRAZIE PALAU”: lettera aperta del neo sindaco Francesco Pala

on 28 maggio 2013

francesco_pala_3Un ringraziamento di cuore a tutti coloro che hanno voluto credere in noi.

E’ un grande onore la possibilità che ci avete dato di guidare la nostra città in questo nuovo percorso.


Un ringraziamento di cuore a tutti coloro che hanno voluto credere in noi.

E’ un grande onore la possibilità che ci avete dato di guidare la nostra città in questo nuovo percorso.

Cercherò con il mio gruppo di rappresentare al meglio sia i molti che ci hanno votato, sia chi non ci ha votato e di amministrare il nostro comune rispettando e tutelando imparzialmente i diritti e gli interessi di tutti.

Ribadisco, oggi più che mai, la mia convinzione che il civile “dialogo tra le parti” è l’obiettivo primario che dobbiamo perseguire per garantire una serena e democratica amministrazione del nostro Comune.

Colgo fin da ora l’occasione per ringraziare quanti, insieme a noi, lo renderanno possibile.

Francesco Pala

Continua a leggere
antonino“GRAZIE PALAU”: lettera aperta del neo sindaco Francesco Pala

Bilancio 2013: il Commissario approva il documento contabile

on 24 maggio 2013

cicero_commissario2Una previsione di 18 milioni e mezzo di euro: deliberato anche il piano triennale delle opere pubbliche.
“una buona base di lavoro per l’amministrazione comunale che sarà votata tra domenica e lunedì prossimi”, commenta il Dr. Francesco Cicero, negli ultimi giorni del suo incarico come commissario straordinario del Comune.


Il funzionario regionale passerà le consegne al nuovo Sindaco all’inizio della settimana prossima, dopo la proclamazione degli eletti da parte del presidente della 1° sezione elettorale


L’Unione Sarda del 24 maggio 2013

PALAU. Approvato anche il progetto triennale delle opere pubbliche
I conti del commissario
Cicero mostra il bilancio ai due candidati sindaco

Invita i due candidati sindaci prima dell’approvazione del bilancio: il commissario straordinario Francesco Cicero, nella sua ultima settimana di lavoro al Comune di Palau, lascia sulla scrivania un documento contabile da oltre 18 milioni di euro. La firma sulla delibera, che include anche il piano triennale delle opere pubbliche, è arrivata solo dopo l’incontro organizzato con Francesco Pala e Piero Cuccu. Gli incontri hanno impegnato per un’ora ciascuno gli aspiranti alla fascia tricolore delle liste civiche Palau in movimento e Progetto insieme.

«Il bilancio non poteva attendere l’esito delle elezioni per essere approvato, ma è stato formulato in modo piuttosto flessibile. La prossima giunta potrà operare fin da subito con un valido documento a cui potrà dare la propria impronta in base ai programmi elettorali stilati» dice Cicero. Nel documento sono previste maggiori entrate tributarie rispetto al 2012 per circa 3 milioni. «L’aumento della previsione deriva dalle nuove regole che attribuiscono ai Comuni il 100 per cento degli introiti dell’Imu e dall’istituzione della Tares» spiega il commissario. Questo non significa che si potrà spendere e spandere. La scure del patto di stabilità pende sulle teste degli amministratori pubblici.
Isabella Chiodino

Bilancio previsione – anno 2013 (2MB)

Deliberazione commissario n.53 del 10.05.2013 (2MB)

Relazione previsionale 2013 2015 (3MB)

Continua a leggere
antoninoBilancio 2013: il Commissario approva il documento contabile