Teatro Montiggia: i colori del Brasile

on 27 novembre 2012

jaquesDa novembre a marzo 2013, il programma del cineteatro di via nazionale.
Sabato 5 gennaio, h. 21.30, l’appuntamento internazionale della stagione: di scena il “Cello Samba Trio”.
Jaques e Paula Morelenbaum, guest star il cantante e compositore italiano Bungaro


Da Umbria Jazz Winter e nell’unica altra data italiana, i brasiliani Jaques e Paula Morelenbaum, guest star il cantante e compositore italiano Bungaro.
Presenta la serata Max De Tomassi, ideatore e conduttore della trasmissione Brasil su Radio 1 Rai, che registrerà e riproporrà prossimanente l’evento palaese.

Ospiti sul palco tra i più rappresentativi nomi locali, nazionali e internazionali della prosa e della musica.
18 spettacoli in calendario: dopo il debutto, in prima nazionale, di Pierfrancesco Loche, il cartellone di prosa vedrà avvicendarsi Ivana Monti, Gaia De Laurentiis, Vanessa Gravina.

Previsti appuntamenti con il swing natalizio dell’Orchestra Jazz della Sardegna e, per l’Epifania, con la collaborazione di Radio 1 Rai, l’incontro intenso tra la cantante brasiliana Paula Morelenbaum, accompagnata da Jaques Morelenbaum con il Cello Samba Trio e l’eclettico cantautore Bungaro.


La Nuova Sardegna del 4 gennaio 2013

Pagina 35 – Cultura-Spettacoli

Palau do Brasil, domani di scena Jaques e Paula Morelenbaum Grande serata di musica carioca col Cello Samba Trio e Bungaro. La serata verrà presentata da Max De Tomassi
di Pasquale Porcu PALAU

Ritorna, a Palau, la musica brasiliana di eccellenza. Dopo la manifestazione estiva il comune di Palau ripropone, anche d’inverno, gli appuntamenti con la migliore musica brasiliana. E lo fa con un duo di assoluto prestigio internazionale. Si tratta di Jaques e Paula Morelenbaum, vale a dire due delle stelle più luminose del firmamemento carioca. Si tratta di “Palau do Brasil” che regala al pubblico sardo momenti imperdibili sul piano musicale. E così dopo che Sassari ha dedicato tutto il mese del passato dicembre alla musica brasiliana (con i concerti aperitivo del cartellone (to) be in jazz dell’associazione Blue Note Orchestra, ora gli appassionati hanno un’altra chance eccezionale per ascoltare musica brasiliana di gran classe.

L’appuntamento è per domani sera al cineteatro Montiggia per una serata che vedrà come protagonisti Jaques e Paula Morelenbaum. La coppia (sono marito e moglie) farà in Italia solo due concerti, quello di domani a Palau e l’altra ad Orvieto, per Umbria Jazz Winter). Jaques, violoncellista e compositore, conta collaborazioni prestigiose nell’ambito della Musica Popolare Brasiliana: da Antonio Carlos Jobim a Caetano Veloso e Gilberto Gil, da Chico Buarque de Hollanda, a Gal Costa, Maria Bethania e Milton Nascimento. Ha fatto parte del gruppo che ha accompagnato in tour Antonio Carlos Jobim dal 1984 al 1994 e del “Trio Morelenbaum2/Sakamoto”, insieme al compositore e pianista giapponese Ryuichi Sakamoto con quale ha realizzato importanti progetti discografici. Oltre che come violoncellista, Jaques Morelenbaum è richiesto in tutto il mondo come compositore e arrangiatore. Anzi si tratta di uno dei musicisti brasiliani più richiesti al mondo.

A Palau si esibirà col suo Cello Samba Trio, formazione che prevede anche Lula Galvâo (alla chitarra) e Marcelo Costa ( alle percussioni). Col gruppo, domani, si esibirà anche la cantante Paula Morelenbaum dotata di una voce tra le più raffinate ed eleganti della scena brasiliana che recentemente ha registrato l’album Aqua, prodotto e cantato insieme a João Donato. Jaques e PaulaI saranno accompagnati da un ospite d’eccezione: Tony Bungaro, autore e compositore tra i più ricercati del panorama musicale italiano che aveva ospitato i coniugi Morelenbaum nel suo meraviglioso album “Artè”. Di Bungaro è appena uscito il suo quinto disco, “Il Valore del Momento “, un progetto che contiene brani scritti per alcune tra le più belle voci femminili della scena italiana. Ambasciatore e presentatore della serata di Palau è quel Max De Tomassi, ideatore e conduttore della trasmissione di Radio 1 Rai Brasil, autentico faro della musica brasiliana in Italia. Anche questa volta, come già successo la scorsa estate, non farà mancare il suo appoggio promozionale la Rai: Radio 1 ha scelto di registrare la serata palaese e di trasmetterla all’interno del programma di cultura e musica Brasil.

L’intento è quello di creare un ponte musicale (e culturale) tra la Sardegna e Palau in particolare e il Brasile. E per realizzare tale progetto sarà dedicato un altro speciale al Comune di Palau che, quest’inverno, potrà anche contare su un’attrattiva turistica dal respiro musicale internazionale.

Per avere informazioni sulla serata si può telefonare al: 335.6026366 – marianis@palau.it – posto unico: € 5,00. Oppure ci si può mettere in contatto con l’ ufficio comunicazione del Comune di Palau sul sito: www.palau.it comunedipalau – comunicazione@palau.it


L’Unione Sarda del 4 gennaio 2013

Palau Il Cello samba trio domani al Montiggia

L’Epifania a Palau si festeggia con un viaggio verso il Brasile. Domani, alle 21.30 al cineteatro Montiggia, l’atteso concerto del Cello samba Trio vedrà eccezionalmente sul palco palaese Paula e Jacques Morelenbaum insieme al cantante e compositore italiano Tony Bungaro. Tra samba, bossa e i classici della musica popolare sudamericana, il talentuoso violoncellista porterà nella cittadina dell’Orso la seconda e ultima data prevista nel loro tour italiano. La prima è stata ad Orvieto per l’esclusivo Umbria Jazz winter.

«Siamo onorati di ospitare a Palau due dei musicisti brasiliani più richiesti al mondo. Senza parlare poi di Bungaro, compositore tra i più ricercati del panorama musicale italiano che ha scritto per Fiorella Mannoia, Ornella Vanoni, Gianni Morandi e Giusy Ferreri» spiega Mauro Piga, organizzatore dell’evento «tutto ciò grazie all’amicizia e alla collaborazione con Max De Tomassi, presentatore della trasmissione Brasil su Radio 1 Rai, che manderà in onda lo spettacolo». Prenotazioni: 335.6026366. Ingresso 5 euro. ( i. ch. )


L’Unione Sarda del 21.12.2012

Tra jazz e samba: a Montiggia le feste in musica

Con le festività alle porte, Palau sfoggia il meglio della programmazione dedicata alla cultura. Domenica 23 dicembre alle 18 sotto i riflettori del cineteatro Montiggia si esibirà l’Orchestra jazz della Sardegna con i suoi 22 componenti, simbolo dell’eccellenza musicale isolana. Il repertorio spazierà dal genere classico, al contemporaneo, al caraibico e non mancheranno melodie dal tema natalizio.

La formazione ingaggiata dal Comune per allietare le feste dei suoi concittadini è una delle rarissime orchestre italiane che opera con continuità sin dai suoi esordi, ovvero dal 1989. «La struttura di Montiggia è splendida, deve essere sfruttata al massimo – spiega il commissario straordinario Francesco Cicero – ed è giusto valorizzarla con appuntamenti di alto livello anche durante la bassa stagione».

Da non perdere anche l’evento del 27 dedicato a Notre Dame de Paris, proposto dalla compagnia teatrale di La Maddalena. Il clou della stagione autunno-inverno arriverà però il 5 gennaio alle 21.30 con il concerto del Cello samba Trio che vedrà eccezionalmente sul palco palaese Paula e Jacques Morelenbaum insieme al cantante e compositore italiano Tony Bungaro. I più noti rappresentanti della musica popolare sudamericana arriveranno nella cittadina dell’Orso direttamente dall’Umbria Jazz winter.

CELLO SAMBA TRIO, sabato 5 gennaio, ore 21:00, ingresso gratuito
Jaques e Paula Morelenbaum – special guest Bungaro
la raffinatezza e l’intensità della canzone d’autore brasiliana e italiana
presenta Max de Tomassi, Radio 1 Rai

Condividi
Continua a leggere
antoninoTeatro Montiggia: i colori del Brasile

Spending review: approvato il nuovo tariffario per l’acquisto di loculi

on 26 novembre 2012

cimiteroSolo le categorie indigenti hanno diritto al loculo gratuito. Il nuovo criterio di pagamento prevede: € 550 per il loculo nella prima fila da terra; € 650 per quello della seconda e terza da terra; € 550 per la quarta fila e € 400 per la quinta


La Nuova Sardegna del 25.11.2012

Taglio della spesa per il caro estinto: stop ai loculi gratis

Palau, il commissario Cicero elabora un nuovo tariffario Solo le categorie a basso reddito non pagheranno la tomba

di Serena Lullia

PALAU La spending review non risparmia nemmeno il caro estinto. Il commissario Francesco Cicero porta avanti la sua missione di taglio delle spese comunali e distribuzione più equa dell’impegno economico richiesto ai contribuenti. L’occasione per rimodulare il prezziario delle tombe arriva dalla conclusione dei lavori di 96 nuovi loculi, costati 38mila 600 euro.

Con una delibera di giunta del 2009 l’amministrazione di Piero Cuccu aveva deciso di concedere a titolo gratuito i loculi cimiteriali, senza tenere conto delle fasce di reddito, a tutti i residenti da non meno di cinque anni. I non residenti che avessero scelto Palau per l’eterno riposo avrebbero dovuto pagare invece750 euro, senza distinzione di fila fra la prima e la quinta.

Una impostazione che viene ribaltata da Cicero. Solo le categorie indigenti avranno diritto al loculo gratuito. Per gli altri viene introdotto il criterio del pagamento in base alla fila. 550 euro per il loculo nella prima fila da terra; 650 euro per quello della seconda e terza da terra; 550 euro per la quarta fila e 400 per la quinta. Confermato invece il canone di 200 euro per la concessione delle cellette-ossari e in 800 euro il canone per le aree di 12 metri quadri destinate alle tombe di famiglia.

Esiste poi un tariffario per non residenti i quali, alla presentazione della domanda di concessione, dovranno pagare una maggiorazione sui prezzi del 30 per cento. «Ho ritenuto doveroso aggiornare e rivedere i canoni e le modalità di concessione – spiega il commissario – applicando una tariffa equa e adeguata alle possibilità e alle concrete esigenze, che preveda l’esenzione per gli indigenti, con costi variabili a seconda della posizione scelta».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
antoninoSpending review: approvato il nuovo tariffario per l’acquisto di loculi

Rete dei porti: Palau di nuovo nel consorzio

on 26 novembre 2012

porto_turistico5Dal primo gennaio 2013 il Comune rientra ufficialmente nella rete dei porti turistici sardi, dopo esserne uscito tre anni fa.
Tra gli obiettivi: promozione, valorizzazione e sviluppo dei servizi offerti.
Ma soprattutto azione congiunta in vista del rinnovo delle concessioni dell’area portuale


La Nuova Sardegna del 24.11.2012

Cicero ricuce lo strappo con la Rete dei porti

di Serena Lullia

PALAU Nel 2009 il sindaco Piero Cuccu aveva deciso di dare un taglio alla “Rete dei porti”, il consorzio che mette insieme 19 scali turistici dell’isola. Alla base dello strappo motivi di carattere politico e gestionale. Con una delibera il commissario Francesco Cicero ribalta quella decisione e ricuce lo strappo. Palau fa di nuovo parte, con il titolo di socio fondatore, della creatura di promozione di Franco Cuccureddu.

«Nel 2009 il Comune ritenne che nel tempo l’attività portata avanti dal Consorzio si fosse discostata dagli scopi iniziali – spiega il commissario Cicero –. Oggi quelle motivazioni sono superate e in questo momento fare parte della Rete può essere molto utile per Palau. Si avvicina infatti la scadenza delle concessioni demaniali marittime fissata per il 31 dicembre 2015, non solo per il porto di Palau ma per il 99 per cento delle concessioni di tutta Italia.

Per effetto delle nuove normative le concessioni sul demanio marittimo non potranno più essere rinnovate in modo automatico, ma saranno sottoposte a un bando pubblico, delle vere e proprie aste. Far parte del consorzio, che al momento conta 19 porti associati, sarebbe vantaggioso oltre che per la promozione e la valorizzazione della struttura soprattutto per portare avanti una azione congiunta per trovare una soluzione al problema del rinnovo delle concessioni». Palau rientra quindi all’interno della Rete dei porti dopo esserne andata via sbattendo la porta tre anni fa. L’ente locale non dovrà versare nemmeno un euro per ritornare all’interno del consorzio, ben felice di riabbracciare il paese dell’Orso come un figlio ribelle. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L’Unione Sarda del 25.11.2012

L’accordo in vista della liberalizzazione prevista nel 2015

Il porto entra nella Rete

I gestori dell’approdo soci del consorzio isolano

Meglio consorziarsi, soprattutto in vista del 31 dicembre 2015, data in cui scadranno la quasi totalità delle concessioni demaniali marittime. Il comune di Palau rispolvera, così, la vecchia fratellanza con il consorzio “Rete dei porti Sardegna”, allo scopo di garantirsi maggiore tutela contro le aste di affidamento che si annunciano su scala europea, e di cavalcare nuove opportunità di valorizzazione e promozione della struttura.

Con la delibera del commissario straordinario Francesco Cicero, il porto cittadino rientra a pieno titolo nell’associazione insieme ad altri 19 dell’Isola. Svincolatasi dal patto nel gennaio del 2009 con una deliberazione del consiglio comunale, oggi l’amministrazione è convinta che il consorzio possa rafforzare il suo “peso” nelle contese di carattere regionale e nazionale e offrire nuove opportunità. «Dal primo gennaio 2013 rientreremo ufficialmente nella rete» spiega Cicero «le motivazioni del recesso non sussistono più e credo si prospettino solo vantaggi per Palau».

Nel 2003 il Consorzio vinse un’importante battaglia contro la regione e la società Italia Navigando per l’affidamento diretto a quest’ultima dell’intera gestione dell’area. Il costo di adesione per il Comune sarà di circa 6 mila euro, a fronte del quale potrà usufruire di una serie di attività di promozione e sviluppo dei servizi offerti.

Isabella Chiodino

Continua a leggere
antoninoRete dei porti: Palau di nuovo nel consorzio

Ambiente: settimana europea per la riduzione rifiuti

on 20 novembre 2012

settimana_europea_riduzione_rifiuti_2011Dal 17 al 25 novembre il Comune di Palau aderisce alla quarta edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. L’evento, realizzato in contemporanea negli Stati europei, e’ un progetto per sensibilizzare i cittadini sul tema della prevenzione dei rifiuti.

Dal 17 al 25 novembre il Comune di Palau aderisce alla terza edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. È un progetto triennale supportato dall’alto patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero dell’Ambiente e della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco.

Sono previste una serie di iniziative che hanno, come obiettivo principale, la promozione tra i cittadini di una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli considerevolmente. Con i progetti “Riduciamoli” e “Ho Imparato a Riciclare”, l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’Associazione 41 Nord, rivolge lo sguardo non solo ai cittadini, ma anche alle istituzioni scolastiche del territorio: l’obiettivo è rendere più consapevoli tutti nei confronti delle tematiche ambientali.

Il 23 novembre, in occasione del mercato del venerdì di via Fonte Vecchia, i tecnici del Settore Ambiente predisporranno un gazebo e distribuiranno gratuitamente borse in cotone riutilizzabili e buste biodegradabili, per una spesa sostenibile e un corretto conferimento dell’organico domestico. Riduciamo i rifiuti: diventiamo consumatori più responsabili con semplici azioni che si possono adottare nella vita di tutti i giorni.

E’ in gioco la salute del nostro pianeta ed un futuro migliore.

Continua a leggere
antoninoAmbiente: settimana europea per la riduzione rifiuti

Societa’: mercato delle pulci e laboratori creativi

on 20 novembre 2012

centro_documentazioneDal primo dicembre, ogni fine settimana, appuntamento con gli stand artigianali dell’usato. In vendita capi d’abbigliamento, libri, giocattoli, complementi d’arredo, pezzi d’antiquariato, strumenti musicali, elettrodomestici


Mercato delle pulci e mercato artigianale

Date: 1-2; 8-9; 15-16; 22-23; 29-30 dicembre
Orari: sabato, dalle 16:00 alle 20:00; domenica dalle 09:00 alle 20:00
Via Nazionale 113, fianco Cine Teatro Montiggia

Laboratori ricreativi

“punti di raffia” (creazione cestini)
date: 6-13-20-27 dicembre, ore:14:30-15:30
Via Nazionale 113, fianco Cine Teatro Montiggia
Deiana Daniela insegna

“il tempo ritrovato”( maglia-uncinetto)
date: 3-10-17-24 dicembre, ore:14:30-15:30
Via Nazionale 113, fianco Cine Teatro Montiggia
Danesi Concetta insegna

“elementi di grammatica gallurese”
date:12-14-19-21 dicembre, ore 17:30-19:00
Palazzo Fresi
Aresu Emilio insegna

________________________________________________

L’Unione Sarda del 20 dicembre 2012

Mercatini Vecchi tesori dalla soffitta ai banchetti

Scrutando tra scatoloni e vecchi mobili, nelle soffitte e nelle cantine di casa è possibile trovare ricchezze da vendere e scambiare. Quello che a noi non serve più, può essere utile e desiderato per altri. Allora perché non prenotare un banchetto al mercato delle pulci di Palau che, dal primo dicembre ogni fine settimana, colorerà il Centro di documentazione in via Nazionale di con una trentina di stand? Capi d’abbigliamento, libri, giocattoli, complementi d’arredo, pezzi d’antiquariato, strumenti musicali, elettrodomestici, alcuni di seconda mano, altri nemmeno usati, verranno ceduti a prezzi modici ai curiosi frequentatori.

L’idea è di tre amiche palaesi, Antonella Mariani, Daniela e Marina che hanno deciso di imitare quella che in altre città, soprattutto all’estero, è una iniziativa ricercata e attraente, non solo per i compaesani, ma anche per i turisti, che ne fanno tappa imprescindibile di ogni viaggio. Ispirati dal caro vita, ma anche dalla passione di molti per il vintage, ovvero per gli oggetti, soprattutto abiti, “datati”, oggi i mercati dell’usato in Italia pare ammontino a circa duemila.

«Chiunque abbia oggetti interessanti da vendere può aderire. Raccogliamo le adesioni ancora per tutta la giornata odierna, poi inizieremo con i lavori di allestimento», spiega Antonella: «Abbiamo pensato che in questi tempi di crisi, più che mai, il riciclo possa rivelarsi una saggia e conveniente abitudine contro il consumismo e lo spreco di risorse ». Ci sarà anche uno spazio riservato ai bambini che potranno esporre simbolicamente in mini banchetti i loro oggetti da dismettere : un modo per far capire ai più piccoli il valore del denaro e delle cose che possiedono. Accanto al mercato delle pulci, al secondo piano dei locali in via Nazionale hanno già prenotato uno spazio alcuni artigiani locali, ma c’è ancora qualche posto disponibile. All’iniziativa partecipa anche il comune di Palau, che ha messo a disposizione la struttura.

Per adesioni telefonare ai numeri 349.8145299 e 338.5773419.

Isabella Chiodino

Continua a leggere
antoninoSocieta’: mercato delle pulci e laboratori creativi

Settimana dell’Unesco sull’educazione: “Isole che parlano di…cibo”

on 19 novembre 2012

isole_che_parlano_di_ciboL’associazione “Sarditudine”, in collaborazione con il Comune di Palau e l’associazione Ottomani, propone un concorso fotografico, un cortometraggio e un ricettario rivolto a bambini e ragazzi dai 5 ai 16 anni: bando scaricabile da www.isolecheparlano.it


 L’Unione Sarda del 18.11.2012

Tra gli eventi un concorso fotografico, un cortometraggio e un ricettario

Cibo, la ricetta delle isole

Iniziativa proposta per la settimana dell’Unesco sull’educazione

Un concorso fotografico, un cortometraggio e un ricettario. Tre aspetti del progetto “Isole che parlano di…cibo”, che l’associazione “Sarditudine” propone per la settimana dell’Unesco sull’educazione. L’iniziativa, per il secondo anno consecutivo, sarà realizzata in collaborazione con il Comune di Palau e l’associazione Ottomani, costituisce lo sviluppo di Isole che Parlano ai bambini, iniziativa che dal 2005 punta alla valorizzazione dell’educazione e del territorio attraverso la ricca sezione didattica laboratoriale per l’infanzia e l’adolescenza.

“Isole che parlano di…cibo” vuole trasportare bambini ed adulti in un gioco alla scoperta del mondo alimentare, riprendendo la quotidiana convivialità del pasto. Nutrirsi non è solo atto necessario atto ma rappresenta un rituale comunitario. L’iniziativa ha l’obiettivo di creare ambiti di incontro e discussione sull’alimentazione. Sarditudine proporrà tre iniziative aperte a tutti: un concorso fotografico rivolto a bambini e ragazzi dai 5 ai 16 anni. “Cosa mangio: cibi sani nella mia cucina” (bando scaricabile sul sito www.isolecheparlano.it e sulla pagina facebook del Festival, immagini entro il 30 gennaio); proiezione del corto d’animazione “Fatti di Pane” prodotto da Sarditudine e Ottomani.

Protagonista del film animato è il pane, alimento considerato tanto povero e ricco di storia e tradizioni. Ricettario sociale: in cucina con gli avanzi, una cucina virtuale dove chiacchierare, condividere immagini, sapori e ricette per una riduzione degli sprechi.

( s. d. )

Continua a leggere
antoninoSettimana dell’Unesco sull’educazione: “Isole che parlano di…cibo”

Ambiente: ecocentro

on 19 novembre 2012

ecocentroIn attesa dei lavori di completamento del nuovo ecocentro, a Liscia Columba, i rifiuti urbani saranno gestiti dalla Gesenu nell’area attrezzata in località Scopa


L’Unione Sarda del 19.11.2012

La soluzione, dopo le polemiche, ha ottenuto l’ok della Provincia

In attesa dell’ecocentro i rifiuti saranno gestiti dalla ditta Gesenu a La Scopa

A Palau, in attesa dei lavori di completamento del nuovo ecocentro, a Liscia Columba, i rifiuti urbani saranno conferiti dalla Gesenu, gestore del servizio pubblico, nell’area attrezzata in località La Scopa. L’intervento tampone è stato autorizzato dal settore Ambiente e Sostenibilità della Provincia gallurese. L’ordinanza comunale è stata firmata dal commissario straordinario, Francesco Cicero, per garantire la prosecuzione del servizio di raccolta e consentire il trasbordo dei rifiuti prima dell’avvio nell’impianto di destinazione finale. Il sito già in passato era stato oggetto di ordinanze simili.

L’area è presidiata, all’interno si svolge unicamente la raccolta differenziata. Al fine di ottimizzare la gestione dei rifiuti urbani e assimilati, prodotti nel proprio territorio, il Comune sta ultimando nella zona artigianale la realizzazione dell’ecocentro, finanziato anche con fondi regionali. Il progetto costa 390 mila euro: 130 mila sono destinati ai primi due lotti, già ultimati. 208 mila servono per il completamento, l’amministrazione contribuisce con il finanziamento di 52 mila euro.

Durante l’esecuzione dell’opera era emersa l’esigenza di eseguire lavori di completamento non previsti nel progetto iniziale: la realizzazione della pista di accesso e alcune piccole opere per il corretto smaltimento dell’acqua piovana. Un mese fa il Comune ha sottoscritto il contratto con un’impresa di Luogosanto e ha richiesto al centro regionale di Programmazione la corresponsione dell’ulteriore acconto necessario per concludere l’opera. La presenza dell’ecocentro sul territorio palaese è indispensabile per la corretta gestione dei rifiuti prodotti e determinante per il servizio della raccolta domiciliare

Continua a leggere
antoninoAmbiente: ecocentro