Vela latina, Regata di Mezzo Schifo: vincono Macchiavelli e Maschjarana

on 25 ottobre 2012

vela_latina_in_regataLo scorso weekend a Palau una decina di barche provenienti da La Maddalena, Palau, Stintino, Porto Torres ed Olbia hanno partecipato alla 4° edizione della Regata di Mezzo Schifo

 

La Nuova Sardegna del 24.10.2012

Macchiavelli a vele spiegate a Palau

Vela latina in Gallura per la terza settimana consecutiva. Lo scorso weekend a Palau l’appuntamento era con la quarta edizione della Regata di Mezzo Schifo. Una decina di barche hanno risposto all’appello, la gran parte provenienti da Maddalena e Palau, con arrivi da Stintino, Porto Torres ed Olbia. Sabato mattina la piccola flotta è uscita in mare nonostante lo scirocco soffiasse allegro intorno ai 15 nodi.

Dopo il via il vento ha continuato a rinforzare sino a superare i 20 nodi, costringendo gran parte delle barche ad abbandonare la prova, anche a causa di rotture e danni all’attrezzatura. Concludevano la gara due velieri, il Macchiavelli, che ha però rotto il bompresso, e la Miriella, e il gozzetto Maschjarana, in gara per i colori del Circolo Nautico Sottovento di Stintino. La vittoria tra i velieri è andata a Miriella, mentre tra i gozzi si è naturalmente imposto l’unico arrivato, l’ottimo Maschjarana.

Domenica, sempre con vento di scirocco ma intorno ai 12 nodi, sono state disputate due prove. Nella prima regata si è imposto Mastro d’Ascia Angiulin, davanti al veliero Macchiavelli e al gozzo Mastro Mario. Nella seconda prova la vittoria è invece andata a Macchiavelli, con Mastro d’Ascia Angiulin in seconda posizione e Mastro Mario ancora al terzo posto.

Al netto delle tre prove la classifica finale ha visto vincere Macchiavelli tra i velieri e Maschjarana nella classe gozzi. La Regata di Mezzo Schifo è stata organizzata dallo Sporting Club Sardinia con la collaborazione tecnica dell’ Aivel e il supporto logistico dello Yacht Club Punta Sardegna. Antonio Mannu

Continua a leggere
antoninoVela latina, Regata di Mezzo Schifo: vincono Macchiavelli e Maschjarana

Facebook e twitter: aperte le pagine ufficiali del Comune

on 22 ottobre 2012

L’ufficio comunicazione attiva i nuovi profili facebook e twitter dedicati all’attività istituzionale.
“Un nuovo invito a comunicare e interagire con il Comune, anche attraverso le reti sociali”, afferma il commissario straordinario Francesco Cicero

Il nuovo canale informativo si affianca al sito principale www.palau.it, al tematico www.palauturismo.com, alle pagine facebook di palau turismo , del cineteatro montiggia e della biblioteca comunale.
La presenza del Comune all’interno dei più noti social networks del mondo è completata da twitter @palauturismo e da youtube, garantendo una robusta copertura dell’Ente a livello nazionale ed internazionale.

Cliccate ora su http://www.facebook.com/comunedipalau , scegliete “mi piace” e cominciate ad interagire con noi !


L’Unione Sarda del 24.10.2012

Il Comune su facebook per dialogare con la gente

Il comune di Palau cerca “amici”, anzi sostenitori. Lo fa attraverso la nuova pagina aperta venerdì scorso su Facebook, il social network che attraverso internet collega milioni di persone nel mondo. Una passo istituzionale, ma non troppo. Le notizie pubblicate dai funzionari dell’ufficio comunicazione sono meno formali di quelli messi nero su bianco su delibere e determinazioni, lontani, quindi, dal solito linguaggio burocratico, ma più vicini alla gente.

«Il nuovo canale informativo si affianca ai siti istituzionali www.palau.it e www.palauturismo.it», spiegano da piazza Popoli d’Europa. Il messaggio lanciato dall’Ente alla cittadinanza attraverso questo strumento, inconsueto per le amministrazioni pubbliche e quindi poco utilizzato, è un invito a comunicare ed interagire. Per completare il quadro, anche la biblioteca comunale e il servizio Turismo hanno un loro profilo dedicato, così come l’indirizzo su Twitter, altro noto social network. Tutto è studiato per garantire trasparenza nell’attività della pubblica amministrazione e raggiungere il maggior numero possibile di utenti.

( i. ch.)

La Nuova Sardegna del 24.10.2012

Comune interattivo: è anche su Facebook

Il Comune non resiste al fascino di Facebook. L’ufficio comunicazione del Comune ha attivato il nuovo profilo dedicato all’attività istituzionale dell’ente guidato dal commissario Francesco Cicero. Il nuovo canale informativo si affianca ai consolidati palau.it, www.palauturismo.com, alla pagina Facebook palau turismo e al profilo di twitter @palauturismo. Ora è possibile cliccare anche www.facebook.com/comunedipalau.

Continua a leggere
antoninoFacebook e twitter: aperte le pagine ufficiali del Comune

Enel: interruzione di energia elettrica

on 19 ottobre 2012

enelProgrammate per lunedì 22 e giovedì 25 le interruzioni di energia elettrica a Palau e nel suo territorio

 

 

Lunedì 22.10.12

dalle ore 10.00 alle 12.00:
località Pulcheddu
Costa Serena Civ. dal 2 al 6 Civ. dal 1 al 247

Giovedì 25.10.12

dalle ore 8.30 alle 15.00:
Nazionale Sn
Fonte Vecchia Civ. dal 68 al 74
Fonte Artacea Civ. d al 60
Capo D’orso Civ. dal 2 al 90, Civ. 1 al 47
Demartis C. Civ. dal 4 al 10, Civ. 1 al 5
Pza Del Comune Civ. 2; Civ. dal 1 al 13
Del Torrente Civ. dal 11
Piccada Sn
Dei Cisti Civ. 2; Civ. dal 1 al 27
Asfodeli Civ. dal 4 al 22, Civ. 7 al 11
Ginestre Civ. dal 14 Civ. 1
Cagliari Civ. 2; Civ. dal 1 al 5
Nuoro Civ. dal 12 al 16
Oristano Civ. dal 2 al 6, Civ. 3 al 11

Continua a leggere
antoninoEnel: interruzione di energia elettrica

Riciclo acque reflue: Comune selezionato per ottenere finanziamenti regionali

on 18 ottobre 2012

palau_panorama_3Il progetto presentato prevede: un piano di tutela delle acque, riciclo dei liquami da utilizzare per l’irrigazione, completamento del sistema fognario e potenziamento dell’impianto di depurazione situato nella valle di Santu Baingiu

 L’Unione Sarda del 18 ottobre 2012

Acque reflue da riutilizzare, un milione al Comune

A Palau una parte dei 5 milioni di euro per il progetto di riutilizzo delle acque reflue depurate, presentato lo scorso anno, quando assessore all’Ambiente era Luca Fresu. Il comune rientra, quindi, tra i sei enti selezionati dalla Direzione generale del distretto idrografico regionale. Un milione di euro è l’importo destinato al progetto.

Il finanziamento premierà il comune per il piano di tutela delle acque legato all’ampliamento della rete di riciclo dei reflui depurati, che andrà a servire la zona orientale del territorio. L’obiettivo perseguito dall’amministrazione guidata da Piero Cuccu, promotore delle politiche verdi, è stato quello del risparmio idrico in agricoltura.

I liquami, monitorati e trattati, potranno essere riutilizzati per l’irrigazione garantendo un consistente risparmio di acqua, sia in termini economici, sia di risorse naturali. Il progetto, che completa lo schema fognario, prevedeva anche il potenziamento della dorsale principale che collega Stazzu Pulcheddu all’impianto di depurazione situato nella valle di Santu Baingiu collegando Capo d’Orso e tutta Palau est. ( i. ch. )

Continua a leggere
antoninoRiciclo acque reflue: Comune selezionato per ottenere finanziamenti regionali

Zone agricole, il commissario: “a breve forniremo linee guida”

on 17 ottobre 2012

fiumePresto risposte per chi vuole costruire in campagna, afferma Cicero. Con cautela e linee d’indirizzo, la legge sul piano casa offre la possibilità di intervenire, precisa l’ing, Di Giorgio del settore urbanistica.

 

L’Unione Sarda del 12 ottobre 2012

Zone agricole in attesa di nuove regole

Prima che un Piano urbanistico comunale produca i suoi effetti a Palau passeranno mesi, se non anni. Intanto dalle zone agricole il malcontento si fa sempre più forte. Sono in molti a chiedere risposte urgenti per poter costruire una semplice casa in campagna, lontana da ogni genere di operazione speculativa. Il commissario straordinario Francesco Cicero vuole dare delle linee di indirizzo in merito. «Non si può ingessare Palau ancora a lungo, ma voglio agire nel pieno della legittimità e senza intaccare le bellezze di questo paesaggio. Per chiarirmi le idee sulla materia, oltre a confrontarmi con i tecnici comunali, sono in stretto contatto con funzionari regionali, con professionisti stimati della materia e con docenti universitari».

Un lavoro di consulenza continuo condotto con l’ingegnere Teresa Di Giorgio, funzionario del settore Urbanistica, per esaminare le pratiche nel dettaglio, basandosi su criteri oggettivi e senza tralasciare la tutela dell’ambiente. «Ho promesso che entro una decina di giorni daremo delle linee guida in merito – conclude Cicero – e chi vuole costruire una casa in campagna presto avrà delle risposte ». Ma la norma regionale di indirizzo, datata novembre 2011, chiarisce che il paesaggio rurale deve essere tutelato al fine di preservarne l’identità e le peculiarità, e contrastare il fenomeno del frazionamento delle aree agricole finalizzato all’edificazione incontrollata, in particolare nella fascia costiera e nelle aree vicine al centro urbano.

L’ingegnere Di Giorgio e il commissario Cicero vogliono dare il giusto responso agli utenti. I requisiti minimi per l’edificabilità in zona agricola, secondo quanto previsto nell’ormai “vecchio” Puc, tutto da rivedere secondo quanto comunicato lo scorso lunedì dalla Regione, prevedevano la titolarità di almeno tre ettari di terreno e l’ impegno diretto del titolare nella conduzione dell’attività di coltivatore o allevatore.

«Con la legge sul Piano casa si può intervenire e sbloccare alcune situazioni, ma con le dovute cautele e solo appena le linee di indirizzo saranno chiarite e deliberate dal nostro Commissario – spiega Di Giorgio – questa norma dà delle opportunità ma poche certezze».

Isabella Chiodino

Continua a leggere
antoninoZone agricole, il commissario: “a breve forniremo linee guida”