Il Sindaco convoca il Consiglio Comunale

on 23 aprile 2012

sala_consiliareL’assemblea civica di Piazza Popoli d’Europa chiamata a deliberare un unico punto: il conto consuntivo dell’anno 2011. Sessione ordinaria, lunedi’ 30 aprile, ore 18.00, sala consiliare.

Condividi
Continua a leggere
antoninoIl Sindaco convoca il Consiglio Comunale

Volley: pallavolo capo d’orso promossa in serie c

on 17 aprile 2012

capo_dorso_volley_teamCon 2 giornate d’anticipo, le ragazze palaesi vincono il campionato di serie D. Domenica 22, ore 18.00, ultima partita in casa contro la Kolbe di Sassari. Poi sarà festa al palasport di via delle Ginestre: premiazioni e rinfresco per tutti i tifosi e gli appassionati.

L’Unione Sarda del 17.04.2012

VOLLEY. Vittoria decisiva sulle rivali della Chimica Sarda Ossi

Il Capo d’Orso festeggia: adesso Palau è davvero in C

L’entusiasmo è ancora alle stelle per la Capo d’Orso Palau, neo promossa in Serie C con due giornate di anticipo rispetto al termine della stagione regolare. La vittoria schiacciante per 3-0 (parziali a 21, 19 e 14) contro la Chimica Sarda, a Ossi, ha ribadito la superiorità tecnica delle palaesi.
IL COACH Antonio Guidarini è raggiante: «Le mie ragazze hanno cuore e grinta da vendere! Il merito è soprattutto loro, anche perché alcune riserve si sono ritrovate a giocare come titolari». Il tecnico ripercorre le tappe del campionato di Serie D: «Abbiamo perso solo 8 set, 3 dei quali proprio nel match d’andata contro l’Ossi».

IL CAPITANO «La tensione agonistica era alle stelle, la paura giocò un brutto scherzo», ricorda il capitano Barbara Gala. «Dopo quella partita persa al tie-break abbiamo ripreso fiducia, gli allenamenti sono stati più regolari. Stavolta abbiamo piegato l’Ossi senza doverci impegnare più di tanto».

LA SOCIETÀ Per la presidente Rosanna Arras e il vice presidente Moreno Serra: «È stata una gara impeccabile, merito delle ragazze e del coach Guidarini che con grande impegno e serietà hanno coronato questo sogno». Il segreto del successo? Aver instaurato un rapporto familiare con le atlete. «Grazie anche a una dirigenza dinamica e flessibile che ha saputo gestire le frizioni nei momenti difficili», sottolinea Mauro Piga, responsabile della comunicazione. «Come nel periodo in cui si sono disputate 5 gare in 15 giorni, tra anticipi e posticipi praticamente abbiamo giocato ogni tre giorni. Uno sforzo non indifferente che ha ripagato l’impegno delle nostre ragazze».

Il 24° punto del set decisivo contro l’Ossi è stato messo a segno da Alessandra Tricerri, una under 16 che il tecnico ha voluto portare in prima squadra assieme a Sue Vexina. «È un punto che vale moltissimo», dice la segretaria amministrativa Antonella Frediani, «la nostra società sta allenando una cinquantina di bambine, di età compresa fra i 5 e i 7 anni. Abbiamo tante “stelle nascenti”. Alcune under 16 hanno già dimostrato di essere atlete molto valide».

LA FESTA Il Capo d’Orso festeggerà la promozione con i tifosi e il paese intero domenica prossima, dopo l’ultimo incontro della stagione contro la Kolbe. «Nonostante l’entusiasmo», afferma Mauro Piga, «sabato scorso è stata una gioia contenuta a causa delle brutte notizie che si susseguivano dal campo di calcio del Pescara».

Walkiria Baldinelli

Continua a leggere
antoninoVolley: pallavolo capo d’orso promossa in serie c

Ambiente: pronto il bando per l’assegnazione di orti urbani

on 17 aprile 2012

lacroceRecuperate altre aree degradate nel centro urbano. Alcuni lotti comunali nella zona del cimitero sono stati ripuliti per farne cinque orti. Le aree saranno assegnate ai cittadini: “Iniziative per favorire l’aggregazione sociale ed il recupero del rapporto con la natura”, dice Luca Fresu, Assessore all’Ambiente.


Bando e modulo di domanda

L’Unione Sarda del 17.04.2012

Per l’orto sotto casa bastano dieci euro

Palau, la cittadina gallurese “verde” per eccellenza, si recuperano anche le aree degradate nel centro urbano. Alcuni lotti comunali nella zona del cimitero sono stati ripuliti per farne cinque orti.I criteri di assegnazione delle aree ai cittadini sono già definiti. La giunta comunale ha stabilito ieri la cifra simbolica di attribuzione, fissata in soli 10 euro annui.

« L’iniziativa ha un valore ambientale e sociale. Abbiamo bonificato delle zone piene di rifiuti e, allo stesso tempo, daremo la possibilità ai vincitori di utilizzare il fazzoletto di terra per coltivare un orto e tenere il raccolto per sé e la propria famiglia» spiega Luca Fresu, assessore all’Ambiente «sono iniziative volte a favorire l’aggregazione sociale, il recupero del rapporto con la terra e la natura».

È stato oggetto del pollice verde dell’amministrazione Cuccu anche località la Croce. Qui è stato realizzato il percorso didattico interattivo “Tartafone” dedicato ai bambini ed è stato valorizzato il vecchio tafone. ( i. ch. )

Continua a leggere
antoninoAmbiente: pronto il bando per l’assegnazione di orti urbani

Imu prima casa, si paga in 3 rate. Primo versamento entro il 18 giugno

on 17 aprile 2012

imuPrimo versamento entro il 18 giugno, l’ultimo il 17 dicembre anche con il conto corrente. Sgravi, solo uno per famiglia e al massimo 600 euro


Come pagare

repubblica.it del 17.04.2012

Imu prima casa, si paga in 3 rate
rivoluzione per coniugi e separati

di Valentina Conte

Primo versamento entro il 18 giugno, l’ultimo il 17 dicembre anche con il conto corrente. Sgravi, solo uno per famiglia e al massimo 600 euro. La nuova imposta graverà su chi vi abita, a prescindere dal fatto che ne sia proprietario

TRE RATE per pagare l’Imu sulla prima abitazione (una in più a settembre). Detrazioni calcolate una volta sola per nucleo familiare. Imposta versata dal coniuge separato che vive nella casa, anche se non proprietario. Nessuna imposta di bollo per chi sceglie la cedolare secca sugli affitti. Esenzione da Irpef, Ires e Imu per gli edifici, distrutti o inagibili, dei Comuni dell’Aquila colpiti dal sisma di tre anni fa. Queste le principali modifiche alle norme sugli immobili, votate ieri in Commissione finanze alla Camera, contenute nel decreto fiscale già licenziato dal Senato e atteso per mercoledì a Montecitorio. Ecco come funzionerà l’Imposta municipale sugli immobili, entrata in vigore il primo gennaio scorso, e dovuta da tutti i proprietari e i titolari di diritti reali (come usufrutto, uso, enfiteusi).

Come e quando si verserà l’Imu?
In tre rate, non più solo due, se si tratta di prima casa, entro il 16 dei mesi di giugno, settembre e dicembre. Tenuto conto delle domeniche, le tre scadenze per il 2012 saranno: 18 giugno, 17 settembre e 17 dicembre. Ogni rata è pari a un terzo dell’imposta totale. Ma le prime due si calcolano applicando l’aliquota base valida per tutto il territorio nazionale, ovvero il 4 per mille, e si versano usando il modello F24. L’ultima si potrà pagare anche con il bollettino di conto corrente e salderà gli eventuali aumenti decisi entro il 30 settembre dai sindaci che possono alzare l’aliquota fino al 6 per mille. L’Imu sulla seconda casa, invece, si versa alla vecchia maniera e dunque in due rate: il 50 per cento a giugno (aliquota base del 7,6 per mille) e il conguaglio a dicembre (con l’aliquota che può salire fino al 10,6 per mille).

Come funzionano le detrazioni?
Valgono solo per la prima casa e sono pari a 200 euro più 50 euro per ogni figlio a carico fino ai 26 anni (al massimo, in totale, 600 euro). In base alla nuova stretta sui criteri di definizione di “prima casa” per ottenere gli sgravi e limitare così gli abusi, queste agevolazioni si conteranno una volta sola per ciascuna famiglia, anche se i singoli componenti hanno “stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi” dello stesso Comune. In altri termini, i coniugi conviventi che posseggono due case e dichiarano residenze separate potranno applicare le detrazioni (ma anche l’aliquota agevolata, più bassa) alla sola abitazione in cui hanno “dimora abituale”.

Cosa cambia per i separati o divorziati?
A pagare la nuova imposta sulla casa sarà chi ci abita perché gli è stata assegnata, a prescindere dal fatto che ne sia proprietario. Ai fini Imu, varrebbe dunque il “diritto di abitazione”. Sul punto, protesta l’Associazione avvocati matrimonialisti italiani (Ami) secondo cui “non si può stabilire a priori chi dovrà pagare l’Imu, perché dipende dalle condizioni economiche dei coniugi”. E dunque “la decisione andrebbe lasciata al giudice che decide caso per caso”, sottolinea il presidente Gian Ettore Gassani.

Qual è la procedura di calcolo dell’Imu?
Si parte dalla rendita catastale che si può recuperare dall’atto di compravendita dell’immobile oppure sul sito dell’Agenzia del territorio (“Consulta i dati catastali”, nel menù “Privati”). La rendita deve essere rivalutata del 5 per cento e poi moltiplicata per il coefficiente che il Salva-Italia ha portato da 100 a 160. Al risultato si applica l’aliquota base: il 4 per mille per le prime case e il 7,6 per mille per le seconde. Nella prima ipotesi, si procede anche alle detrazioni. A questo punto, per determinare la prima rata di giugno dell’Imu, si divide per due (seconde case) o per tre (prime case).

 

Continua a leggere
antoninoImu prima casa, si paga in 3 rate. Primo versamento entro il 18 giugno