Regione Autonoma della Sardegna

​Interventi statali di sostegno alle famiglie. Ai bonus bebè e asilo nido/baby sitter, si aggiungono 800 euro per la gravidanza: arriva il Bonus Mamme Domani 2017. Rivediamo, in sintesi, le varie forme di aiuto

by ufficio comunicazione on

Bonus Mamme Domani 2017
Il bonus è di 800 euro, destinato alle donne che hanno superato il settimo mese di gravidanza o che stanno per adottare un bambino.
La Legge di Stabilità 2017, inoltre, ha finanziato anche il voucher da 1.000 euro destinato ad aiutare le famiglie nella spesa per l’asilo nido o la baby sitter.
Si possono richiedere tutti i bonus, purché non si superino i 1800 euro tra nascita, asilo nido o baby sitter.

Il bonus da 800 euro è erogato dall’INPS. Ha lo scopo di aiutare le donne che aspettano un bambino nelle spese che bisogna sostenere durante la gravidanza (esami, farmaci, visite, prodotti per la prima infanzia etc…), ma anche a quelle che hanno concluso l’iter per adottare un bambino.
Si unisce a quello Bebè che prevede un contributo pari a 960 euro per i primi 3 anni di vita del piccolo e al bonus asilo nido/baby sitter, di 600 euro, per le donne che rinunciano ad usufruire del congedo facoltativo.

________________________________________________
BONUS PER LE FAMIGLIE 2017

Ricapitoliamo i provvedimenti attivi a sostegno delle famiglie:

Bonus Mamme Domani 2017
800 euro per le donne incinte arrivate al settimo mese di gravidanza

Bonus Bebè
contributo annuo di 960 euro per i primi tre anni di vita del bambino

Bonus asilo nido e baby sitter
contributo di 600 euro al mese per ogni mese in cui non si usufruisce del congedo facoltativo. Il bonus é erogato sotto forma di voucher da consegnare alla baby sitter oppure è erogato direttamente alla struttura scolastica scelta, che deve essere inserita nell’elenco degli asili nido aderenti

Social card o carta acquisti
la SIA è stata estesa a tutto il territorio italiano

Bonus cultura
500 euro per tutti i ragazzi che compiono 18 anni: da spendere in teatro, corsi e altro

Assegno di maternità dello Stato
tutte le donne lavoratrici hanno diritto di usufruire del congedo di maternità retribuito all’80% dello stipendio. Per le lavoratrici atipiche o discontinue l’INPS eroga un assegno di maternità di entità variabile